Commento alla Trilogia delle Gemme

Viaggiare nel tempo….che fantastica e misteriosa avventura!
 
Ebbene è di questo che parla la Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier. In poche parole, Gwendolyn, la protagonista dei tre romanzi, si ritrova ad avere il dono (o la maledizione) di viaggiare nel tempo, capacità che tutti credevano destinata alla “carissima” cugina Charlotte. Proprio per questo motivo, Gwen è totalmente impreparata ad affrontare questa avventura!
Ben presto si ritrova a viaggiare nel passato con l’affascinante e abile Gideon, ad affrontare terribili prove e perfino minacce; qualcuno infatti li vuole uccidere.
Per svelare il segreto dietro ad un misterioso oggetto chiamato cronografo, tramite il quale è possibile regolare questi magici viaggi che altrimenti sarebbero impossibili da gestire, serve che il sangue di tutti i dodici viaggiatori esistiti nel corso dei secoli sia al suo interno. Sfortunatamente (forse) il primo cronografo è stato rubato da Lucy e Paul (gli ultimi due viaggiatori prima dei due protagonisti) così Gideon deve trovare tutti i precedenti viaggiatori per farsi dare il sangue necessario da inserire nel nuovo cronografo.
Tra varie avventure si svelano lentamente tutti i misteri, dal segreto del cronografo alla inquietante figura del conte di Saint-Germain, che dal passato controlla ancora l’operato dell’organizzazione segreta che gestisce tutta la faccenda.

Tutto ciò premesso, inizio con la recensione.
In linea di massimo i tre volumi mi sono piaciuti e anche parecchio. Letti tutto d’un fiato per sapere come andrà a finire, direi che la suspense c’era e i misteri erano ben studiati, anche se non condivido la decisione dell’autrice di far sapere ai lettori notizie sui genitori della protagonista alla fine del primo libro mentre lei lo scopre solo nel terzo! Avrei davvero apprezzato scoprilo con Gwen!
Stilisticamente parlando, a mio parere, la presenza di un maggior numero di punti di vista nel raccontare la storia, avrebbero dato ulteriore spinta al tutto.
Il tema è trattato in modo eccellente. Le riflessioni sul viaggio nel tempo, sugli effetti che può produrre, su cosa cambia e cosa si può cambiare, non mancano di certo. È davvero così spassoso viaggiare nel passato? Non sempre! Ogni più piccolo gesto del viaggiatore può cambiare notevolmente la storia, per questo deve essere ben istruito, cosicché non possa commettere nessun passo falso e viaggiare senza destare sospetti. Ma sarebbe davvero così sbagliato cambiare il futuro? Beh, si tratta di una domanda davvero complessa. Se il cambiare il passato ci permettesse di salvare la vita a un nostro caro, non sarebbe forse un bene? Ma quale sarebbe il prezzo? Difficile decidere.
Per quanto riguarda i personaggi, invece, sono…altalenanti. Mi spiego. Alcuni li ho trovati ben fatti, eccezionali direi (in particolare Xemerius e Leslie, che alleggeriscono l’atmosfera, li ho davvero apprezzati), ma altri potevano essere strutturati meglio (in particolare nonna Arisa, aveva davvero del potenziale come personaggio, seppur secondario, o come anche il fratellone di Gideon). Questa incostanza ha fatto perdere quel qualcosa in più che poteva avere la trilogia.
Nel complesso, questa delle Gemme è una trilogia leggera, ma che contemporaneamente ti stuzzica la mente; una storia avvincente e consigliata per passare dei bei momenti, ovviamente a spasso nel tempo!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...