Amélie Nothomb in tour

In occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo, Una forma di vita, Amélie Nothomb incontra i lettori sparsi per l’Italia.

Qui di seguito trovate luoghi e orari dei vari incontri. Un’occasione unica!

Genova
lunedì 21 febbraio
ore 18, Fnac, via XX Settembre, 46/R
Amélie Nothomb firma le copie del suo romanzo
ore 21, Teatro Gustavo Modena, piazza G. Modena 3
Palcoscenico Nothomb
incontro e reading con Amélie Nothomb
e con Angela Finocchiaro
partecipano Fabrizio Matteini, Rosanna Naddeo e Giovanna Zucconi
un progetto di Teatro dell’Archivolto e Voland Edizioni a cura di Giorgio Gallione

Milano
martedì 22 febbraio

ore 13,30, la Feltrinelli Express, Stazione Centrale
Amélie Nothomb firma le copie del suo romanzo
ore 18,30, la Feltrinelli Libri e Musica, piazza Piemonte 2
Monica Capuani intervista Amélie Nothomb

mercoledì 23 febbraio
ore 13, Libreria Utopia, via Moscova 52
Amélie Nothomb firma le copie del suo romanzo

Vicenza
mercoledì 23 febbraio
ore 18,30, Galla Caffè, Piazza Castello 2a
Marianna Bonelli intervista Amélie Nothomb

IL LIBRO

“Quella mattina ricevetti una lettera diversa dal solito…” Inizia così il nuovo libro di Amélie Nothomb, nel quale la scrittrice si confronta con un genere che conosce bene, quello epistolare. Amélie infatti passa parte del suo tempo a rispondere alle lettere dei suoi numerosissimi fan. La lettera arriva da un soldato americano di stanza a Bagdad, Melvin Mapple. Siamo agli inizi della presidenza Obama, l’uomo spera di tornare a casa. Come molti soldati americani in Iraq è afflitto dalla bulimia e da un’obesità sempre più preoccupante, legate alla paura degli attentati, all’orrore della repressione e alle costrizioni della vita militare. Poco a poco Amélie si affeziona al soldato Mapple e ai suoi compagni obesi, quelli di taglia XXXXL. Per aiutarlo a trovare una via d’uscita, gli suggerisce di praticare la body art fotografando sé stesso e il cibo in ogni momento della giornata. All’improvviso però Melvin Mapple smette di scriverle e Amélie, sconcertata, tenta di ritrovarlo… il finale è naturalmente del tutto inatteso.
In questo romanzo l’autrice torna ad affrontare temi a lei profondamente congeniali, come la bulimia, la solitudine e la fuga nella monomania. Una forma di vita è stato finalista per il PREMIO GONCOURT 2010.

L’AUTRICE
Scrittrice belga di lingua francese, figlia di diplomatici, è nata a Kobe, in Giappone, nel 1967. Nel 1992 viene pubblicato in Francia da Albin Michel il suo primo romanzo, Igiene dell’assassino, che diventa il caso letterario dell’anno: 100.000 copie vendute, due riduzioni teatrali, un film. Nelle edizioni tascabili lo stesso romanzo vende altre 125.000 copie. Da quel momento pubblica un romanzo all’anno, fedele alla stessa casa editrice, Albin Michel, come in Italia è fedele alla Voland. Il romanzo Stupore e tremori (Albin Michel 1999) ha venduto in Francia 400.000 copie. Tradotta in 15 lingue, ha ottenuto numerosissimi premi letterari tra cui il Grand Prix du roman de l’Académie Française e il Prix Internet du Livre per Stupore e tremori (da cui è stato tratto anche un film diretto da Alain Corneau), il Prix de Flore per Né di Eva né di Adamo e due volte il Prix du Jury Jean Giono per Le Catilinarie e Causa di forza maggiore.
Lo stile di Amélie è caratterizzato da un umorismo fulmineo, le sue sono storie, originali che ruotano intorno a sentimenti eterni.

Annunci

2 pensieri su “Amélie Nothomb in tour

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...