Intervista all’Illustratore Italiano

Secondo appuntamento con l’illustrazione, argomento del mese qui sul blog.

Oggi c’è un ospite particolare: Maria La Duca, direttrice artistica della rivista l’Illustratore Italiano, un magazine dedicato ‘al disegno e ai disegnatori italiani’ che sta per giungere al suo terzo numero (uscirà il 21 settembre).

untitled0

Illustratore Italiano – numero 1

L’Illustratore Italiano l’ho conosciuto per caso, in uno dei miei naufragi online. Ed è stato amore. Ma tanto amore. Perché questo è un progetto che vale la pena di seguire. Vale la pena se vi interessa l’illustrazione, ma anche se, molto semplicemente, vi interessano le storie.

Come ho già detto la settimana scorsa, l’illustrazione racconta delle storie. Ovvio. E quelle raccolte in ogni numero di questo magazine sono varie (reportage, viaggi, filastrocche, caratteri tipografici, stilisti…) e capaci di interessare davvero chiunque, proponendo allo stesso tempo svariati artisti anche molto differenti tra loro, facendoceli così scoprire e mostrandoci cosa può essere questo mondo e cosa può catturare davvero il nostro sguardo.

Io ringrazio infinitamente Maria per la sua disponibilità e vi invito a scoprire il sito del progetto e magari ad acquistarne almeno una copia, che tanto poi sono sicuro ve ne innamorerete.
Buona lettura.

untitled

Illustratore Italiano – numero 2

Buongiorno Maria e grazie per aver accettato il mio invito.
Per cominciare mi piacerebbe capire chi c’è dietro l’Illustratore Italiano?
Io e Filippo siamo gli editori, sotto il nome di MOM, e ci occupiamo rispettivamente della direzione artistica e della progettazione grafica. Al nostro fianco, Alessandro Carboni per la direzione editoriale e Elena Gusperti per tutte le traduzioni (il magazine è bilingue ita/en).

Come mai una rivista di illustrazione? Ce n’era bisogno?
Di fatto c’era un vuoto di mercato in questo settore, qualche rivista specializzata in un ramo specifico dell’illustrazione ma nessun punto di vista più globale.
L’idea di fondare un magazine è nata proprio dall’esigenza di un unico luogo di confronto e scambio sul mestiere del disegnatore.

Come nasce un numero dell’Illustratore Italiano?
Ogni numero ha un filo conduttore, una traccia, un tema, che ci aiutano a comporlo, ma spesso sono gli incontri e le storie dei diversi autori a generare spunti per il numero successivo. Così è successo con Cosimo Miorelli a Berlino, ad esempio, e con la libreria Mutty di Castiglione delle Stiviere per il reportage di Olimpia Zagnoli; entrambi presenti sul terzo numero.

Come mai la scelta di fare una rivista bilingue?
Sappiamo quanto gli illustratori italiani siano apprezzati all’estero e la scelta è stata immediata fin dai primi ragionamenti progettuali. L’obiettivo è il mercato estero e la maggior visibilità possibile per gli autori. Siamo già distribuiti a Londra e Berlino e i bookshop internazionali italiani sono facilmente attratti da un prodotto dedicato anche al pubblico straniero.

In una società in cui le immagini fotografiche circolano con grande facilità e in quantità abnormi, fatte da chiunque e postate online ‘senza ritegno’, dove e come si pone l’illustrazione? E cos’ha da offrire, secondo lei?
È un linguaggio capace di coinvolgere l’immaginario di tutti; che sia fiction o non-fiction ha il pregio di comunicare in modo efficacie bypassando in qualche caso anche la fotografia.
Penso al graphic journalism di Portinari e Vincino o alla comunicazione aziendale dei grandi marchi Italiani come Pirelli, Olivetti, Campari. Uno scatto non avrebbe la stessa forza.

Crede che l’illustrazione sia sottovalutata, rispetto ad altre arti visive?
Come ci disse Marzia Corraini, sono cicli; oggi gode di maggior visibilità rispetto agli anni passati, complice, forse, una consapevolezza diversa della professione.

Come sta l’illustrazione italiana?
La scena italiana è ricca e di grande qualità, soprattutto quando si percepisce lo studio, la progettazione e l’intero processo creativo dell’opera, segno della professionalità e delle competenze dell’autore. L’illustratore è un professionista della comunicazione, non solo un bravo disegnatore.

Se non mi sbaglio, per ogni numero indite una ‘call’, ovvero una sorta di ‘concorso’ per delle illustrazioni legate a un tema. Ce ne può parlare?
Le call sono nate per coinvolgere il pubblico e tutti i giovani illustratori che quotidianamente ci mandano i loro portfolio. Per noi è anche una sorta di talent scouting.
Scegliamo un tema legato all’attualità e osserviamo come viene interpretato; spesso partecipano anche illustratori già affermati e mediamente riceviamo circa 80 illustrazioni per ogni call ed è un numero altissimo.

14324629_1264577673576306_4204512134134738711_o

Illustratore Italiano – numero 3

Non so se sono io a essere un po’ sciocco, ma mi piace molto che sul retro della rivista sia scritto: ‘… dedicata al disegno e ai disegnatori italiani’. L’utilizzare la parola disegno invece che illustrazione mi sembra quasi un invito aperto a tutti a riappropriarsi dell’arte del disegno. Mentre forse il termine illustratore è più professionale, disegnatore è più… per tutti. Tutti disegnano, in un qualche modo. Possiamo forse considerarlo un invito a riscoprire quest’arte?
Un invito ad osservarne la qualità, gli utilizzi e le applicazioni, riscoprirne la storia e i protagonisti, fino ad apprezzarlo come mestiere, con le sue regole e caratteristiche.

Grazie mille per la disponibilità. So che siete stati in giro per l’Italia, ultimamente. Ci saranno ancora occasioni per incontrarvi dal vivo?
Il prossimo appuntamento è la presentazione del terzo numero a Genova, domenica 18 al Garden Market, poi saremo al Treviso Comic Book Festival a fine mese e poi ancora Milano e Torino tra ottobre e novembre. Gli appuntamenti dal vivo sono il momento migliore per raccogliere le considerazioni dei lettori.

Annunci

3 pensieri su “Intervista all’Illustratore Italiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...