Io, il Pupo e… il porcellino

A volte, leggendo un albo illustrato, mi chiedo se questo tipo di letteratura sia davvero indirizzato ai bambini, o se piuttosto non sia stato scritto per noi adulti che con i bambini c’abbiamo a che fare.
Poi ci ragiono e mi convinco che è questo che deve fare la buona letteratura per l’infanzia: essere adatta a tutte le età, saper regalare qualcosa a tutti quelli che  la leggeranno.

È così per Rompi il porcellino.

9788807922817_quarta

La storia è molto semplice e adatta a bambini anche piccoli come il mio, che di anni ne ha tre. Racconta di un ragazzino che vuole a tutti i costi comprare un gioco, ma il padre vuole insegnarli il valore dei soldi e così gli prende un salvadanaio. Quando arriverà il momento di romperlo, però, il figlio non vorrà saperne di separarsi dal nuovo amico.

È una storia molto interessante che mostra come troppo spesso gli adulti diano per scontate certe idee e procedano dritti per la loro strada, senza però considerare il bambino che si ha davanti. L’intento del padre è giusto, condivisibile, ma diventa un problema quando smette di ascoltare il figlio.
Non è chiaro se sia stato compreso o no il valore dei soldi, di certo per lui quel porcellino è diventato qualcosa di importante e di fronte a certe cose, alcune idee dovrebbero piegarsi.

Allo stesso tempo è una storia delicatissima che ha al suo centro quelle amicizie magiche e misteriose che nascono tra i bambini e le cose. Quei momenti in cui un ragazzino scopre che, a volte, per salvare qualcuno bisogna rinunciarvi. Quei momenti in cui si capisce che lacrime e arrabbiature non servono a niente, e che per sconfiggere un’idea non condivisa bisogna agire, senza provare risentimento ma solo amore.

È una storia semplice, dicevo. Lineare. Corredata da illustrazioni stupende e misteriose come l’amicizia tra il bambino e il porcellino salvadanaio. Un oggetto bellissimo anche da collezionare.

Ma è nelle storie semplici che si nascondono i messaggi più forti, e il messaggio, qui, è che a volte non si può guardare solo con gli occhi, a volte bisogna guardare con il cuore.

 

Rompi il porcellino
di Etgar Keret
Illustrazioni di David Polonsky
Traduzione di Gil Mor
32 pagine, 15,00 €, Feltrinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...