L’amante del bosco (Speciale Susan Vreeland)

Dopo un quadro di Vermeer per omaggiare La ragazza in blu, e uno di Artemisia Gentileschi per omaggiare La passione di Artemisia, eccoci a scoprire insieme uno dei capolavori di Emily Carr, una pittrice canadese protagonista de L’amante del bosco.

Un’artista interessante, la Carr. Donna bianca, vittoriana, che se ne fregava delle convenzioni e che amava vivere tra gli indiani.
Un’artista da scoprire. E noi lo facciamo grazie alle parole di Mrs. Vreeland, la quale ci introduce il lavoro che più ama della Carr:

Uno dei più forti e commoventi dipinti della pittrice della Columbia britannica Emily Carr è Il totem che piange, nel quale una massiccia figura indiana in legno piange così tanto che i suoi occhi pendono in vita, sospesi su fiumi di lacrime.
La causa delle sue lacrime? La morte per il vaiolo e per il morbillo, per le malattie dell’uomo bianco, i figli spediti in guerra, i bambini rapiti per le scuole missionarie, lo sconfitto, lo sfigurato, il perso. Le sue lacrime non lasciano fuori nessuno
.

E voi? Conoscevate già questa pittrice?

Io vi ricordo che il sei novembre arriva in libreria il nuovo lavoro di Susan Vreeland, La lista di Lisette, e vi invito a ripassare di qui domani per scoprire un nuovo capolavoro dell’arte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...