Mr. Bennett & Mrs. Brown

Io credo che tutti i romanzi comincino grazie alla signora dell’angolo di fronte.

La piccola (ma meravigliosa) casa editrice Rogas ci ha fatto un regalo.
Non a me personalmente, e nemmeno agli accaniti lettori di Virginia Woolf, ma ai lettori in generale. Ha infatti pubblicato Mr. Bennett & Mrs. Brown, una sorta di pamphlet in cui la Woolf tratta il tema della scrittura di un romanzo, soffermandosi in particolar modo sulla creazione dei personaggi e, allo stesso tempo, tentando di fare un punto sullo stato di salute del romanzo.
Siamo nel 1923.

71tQj3roVhL

Questo intervento Woolfiano nasce come risposta a un articolo di Arnold Bennett, intitolato Is the novel decaying?, in cui l’autore accusava i ‘moderni’ scrittori, tra cui la Woolf de La camera di Jacob, di non essere capaci di creare personaggi reali.

Ora, a me vien da ridere a pensare che la Woolf venga accusata di questo, visto che i suoi romanzi SONO i personaggi e i loro sentimenti e pensieri, ma Virginia è più intelligente e saggia di me, e ha scritto questa mirabile risposta.
Una risposta che, sorprendentemente, sembra quasi voler dare ragione a Bennett, ma permettendosi di dare la colpa alla Storia. La Storia si è ‘evoluta’, i tempi sono cambiati e stanno reclamando a gran voce un nuovo modo di scrivere romanzi, e quindi personaggi. Gli scrittori magari non riescono a creare personaggi reali, ma stanno lavorando per trovare il modo più appropriato per farlo. Il più appropriato per quel preciso momento storico e sociale.
Se prima autori come Bennett descrivevano le case per trasmettere al lettore il personaggio che in quelle case abitava, ora bisognava fare qualcosa di diverso. si stava cercando di evolvere proprio come era cambiata l’epoca.

Ma questa risposta si trasforma via via in una sorta di manifesto dedicato a come nasce un romanzo di Virginia Woolf.
Ecco che entra in gioco Mrs. Brown, dunque, una fantomatica signora vista in treno e che pare incredibilmente interessante agli occhi di Virginia, tanto da cercare di immaginare non dove essa possa abitare, ma chi essa potrebbe essere, cosa nasconde la sua vita, cosa si cela dietro la sua tristezza. Ed eccola lì, allora, la sorgente di un romanzo! La minuta Signora Brown!
Tutto nasce da una persona!

Mr. Bennett & Mrs. Brown non è un diario. Non è un epistolario. Eppure c’è, in questo piccolo lavoro, una forte componente personale. Quasi fosse stato scritto per sé, per ritornarci, per rimuginarci. E proprio come i suoi diari, e le sue lettere, che ci mostrano una donna nella sua intimità, questo libercolo ci appare come un nuovo passaggio per entrare nella mente (nello spirito?) della Woolf e assistere a un frammento di quello che è il suo processo creativo.

Mr. Bennet & Mrs. Brown
di Virginia Woolf
Traduzione di A. Marocco
Testo inglese a fronte
Rogas Edizioni
11,50 €

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...