Monte Carlo

La nostra vita è forse il risultato delle nostre speranze svanite?
È questa la domanda che mi sono posto dopo aver voltato l’ultima pagina di Monte Carlo.

20151218144220_alta_montecarlo

Monte Carlo racconta di un uomo, Jack, che si è fatto da solo. Partito da un paesello, è riuscito a imparare, praticamente da autodidatta, a lavorare sui motori, finendo col diventare un meccanico della Lotus. Poi succede che al gran premio di Formula 1 di Monte Carlo c’è un incidente durante il quale lui riesce a salvare una delle attrici più ammirate del momento.
Questo fatto cambierà profondamente la sua vita. Non solo a livello lavorativo, o fisico (rimane ustionato), ma nella vita in generale. La gratitudine della diva che non arriverà mai, ma che anzi verrà riversa su una guardia del corpo, lo coinvolgerà infatti in una maniera ossessiva. Nulla sarà più come prima, né i suoi compaesani, né la moglie (che lui forse non riesce a riconoscere davvero), né se stesso. Ogni gesto di DeeDee (l’attrice) diventerà per Jack un messaggio, un simbolo di qualcosa, e sebbene sia palese che a lei di Jack non interessa nulla, lui continua a percepire delle comunicazioni segrete, sottintese.

Ma un gesto compiuto d’impulso, per quanto nobile, deve necessariamente portare conseguenze positive? E davvero quel gesto era un impulso? E a Jack interessa di più la semplice gratitudine di DeeDee, oppure cerca il suo amore? O peggio ancora la fama?

Il bello di questo libro è che si tratta di una storia tremendamente semplice e lineare. Eppure nasconde così tanti interrogativi che il lettore potrebbe passare una vita a rifletterci sopra.
Ci si continuerà a chiedere in eterno il perché l’attrice non ringrazi quel salvatore sconosciuto, tanto che si arriverà addirittura a dubitare dell’atto di coraggio di Jack, anche se è scritto.
Ma ci si chiederà anche cosa rappresenta questa necessità di un riscontro pubblico, per Jack. Perché è Jack il buco nero della storia, quello che attira tutti i punti interrogativi, tutti i pensieri. Un personaggio estremamente interessante e molto ambiguo, che racchiude in sé stesso le qualità e i difetti dell’uomo comune, di quello a cui farebbe piacere risaltare tra gli altri.

Un’ottima lettura per scoprire un autore differente che mi ha davvero sorpreso.

Annunci

Un pensiero su “Monte Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...