Le uscite della settimana

Questa volta sono stato bravo. Mi sono trattenuto. O forse sono stato semplicemente fortunato. Fatto sta che ho scovato ‘solo’ due titoli degni di nota questa settimana. Sì perché, diciamocelo che è bello scoprire tanti libri interessanti, ma poi è un problema riuscire a leggerli tutti.
In pratica, qui si sostiene il “Pochi ma buoni!”. E i due titoli di questa settimana sembrano davvero molto buoni!

***

mariasIl primo è il nuovo romanzo di Javier Marías, un autore che io ho conosciuto con Gli innamoramenti, un libro che mi ha conquistato, uno ‘studio’ delle persone e dei sentimenti davvero meraviglioso. E questo nuovo lavoro sembra proseguire su questa linea.

Così ha inizio il male, di Javier Marías
Traduzione di M. Nicola

464 pagine, 21,00 €, Einaudi

Siamo nella Madrid degli anni Ottanta, una città in cui il ricordo della dittatura franchista è ancora dolorosamente vivo. Il giovane Juan De Vere, fresco di laurea, viene assunto da Eduardo Muriel per fargli da assistente. Muriel è un regista che vive in una grande casa nei quartieri alti della capitale insieme alla moglie, l’esuberante Beatriz Noguera, e i figli. I due avrebbero tutto per essere felici, eppure «il giovane de Vere» è colpito dalla freddezza e dallo sdegnoso contegno con cui il marito tratta la moglie. Perché si comporta cosí? Addirittura, una notte che passa nella casa dei Muriel, Juan assiste a una scena per lui del tutto inspiegabile: Beatriz che, vestita unicamente con un’impalpabile sottoveste, viene respinta e ricacciata nella sua stanza dal marito. Juan vorrebbe indagare i motivi di quel comportamento e del disamore che tiene in piedi il matrimonio, ma Muriel ha altri piani in mente per lui: lo incarica infatti di verificare se le voci che ha sentito su un suo amico, il dottor Van Vechten, sono fondate. Una donna gli ha fatto intendere che il dottore, durante gli anni della dittatura, si era comportato in modo indecente con una o piú donne, e che pertanto l’amicizia che Muriel gli tributava era mal riposta. Per il giovane Juan inizia cosí una discesa nelle tenebre degli anni della dittatura, e nelle ambiguità del matrimonio, che ha l’ineluttabile fatalità delle sabbie mobili. Cosí ha inizio il male è la storia intima di un matrimonio. Osservato con lo sguardo inconfondibile, ossessivo e inquisitore di Javier Marías che, tre anni dopo Gli innamoramenti, torna al romanzo con un’opera premiata come Libro dell’anno da «El País».

***

carne vivaArriva poi in libreria il primo titolo BigSUR, ovvero la collana dedicata alla narrativa nordamericana della casa editrice SUR. Sto parlando di Carne viva, romanzo che pare crudo al punto giusto ed estremamente interessante.

Carne viva, di Merritt Tierce
Traduzione di M. Testa

220 pagine,16,50 €, SUR

Marie è una ragazza poco più che ventenne che lavora come cameriera; ha cominciato in bistrot e catene per famiglie per approdare a uno dei più lussuosi locali di Dallas. Si è fatta strada per la sua scrupolosità ed efficienza in un mestiere logorante, ma nella vita privata è disordinata fino all’autolesionismo: fa sesso casuale, si droga, sa di non essere all’altezza del suo ruolo di madre (ha una bambina di pochi anni che vive con il padre, un bravo ragazzo che ha lasciato Marie dopo l’ennesimo tradimento). Ma nelle pagine del romanzo – ispirato alle vicende reali dell’autrice – racconta tutto ciò con
implacabile lucidità e senza un briciolo di vittimismo, rivendicando anche le esperienze più dolorose come conseguenza delle sue scelte, e affrontando il mondo a viso aperto. Ne esce un ritratto di donna indimenticabile – brutalmente realistico, potente e sensuale – con intorno una galleria di aneddoti e personaggi che restituiscono con inedita vivacità il «dietro le quinte» del mondo della ristorazione, dai lavapiatti ispanici al malinconico pianista di sala, dal gestore cocainomane al maître elegantissimo che prenota i privé nei sex club ai clienti più danarosi.

***

E voi? Cosa andrete cercando per le librerie in questi giorni?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...