Le uscite della settimana

Le vacanze sono praticamente qui, e mi sa che quindi, per un mesetto, la rubrica sulle pubblicazioni della settimana rimarrà silente. Anche in questi ultimi cinque giorni, infatti, i nuovi arrivi in libreria degni di interesse sono giusto una manciata.
Io ve li segnalo però, che sono stuzzicanti!

61AyzHoowsLIl primo titolo (uscito in verità il 17) è una raccolta di racconti edita da Nottetempo, e siccome a questa casa editrice do sempre molta fiducia, anche questo volumetto finisce di volata nella lista dei “da leggere sotto l’ombrellone”.

Piccoli impedimenti alla felicità, di Carla Vasio
Nottetempo, 95 pagine, 12,00 €

I protagonisti dei racconti di Carla Vasio sono catturati all’improvviso da minuscoli misteri, leggere scalfitture in una giornata qualsiasi: una scarpa da tennis persa chissà da chi in una piazza trafficata, cento lumache fuggite da una cesta, una mosca che bussa alla porta di casa all’inizio dell’estate, due uova in una ciotola, una lunga attesa in riva al mare, un pavimento che scompare sotto ai piedi, la fuga notturna di un treno che scuote la stanza di un insonne. Sono brevi racconti neri illuminati da dialoghi esatti e fulminanti, fermo-immagine acuti come stiletti, bagliori nitidi e allucinatori. Al centro una perfezione incrinata, una falla aperta sulla superficie degli eventi, uno scarto dello sguardo che vede qualcosa che non si aspettava, “una certa perplessità” da cui si esce mangiando un gelato o bevendo una bibita tutta d’un fiato.

***

71tynjA5xRLC’è poi un nuovo titolo Lindau, una sorta di riscoperta di un libro semidimenticato che analizza la società svizzera di metà Novecento. Sembra davvero interessante.

La collina misericordiosa, di Lore Berger
Lindau, 206 pagine, 18,00 €

Il 19 luglio 1943 Lore Berger inviò il manoscritto di questo romanzo al premio letterario Gutenberg di Zurigo. Tre mesi dopo la giuria rese noto il suo verdetto: “La collina misericordiosa” era quinta in classifica, preceduta da quattro opere oggi dimenticate, ritenute allora più “edificanti”. Lore Berger si era però suicidata, poco più che ventenne, il 14 agosto. Nella sorte toccata al suo romanzo avrebbe letto una conferma a quelle accuse di insensibilità e di conformismo ipocrita che “La collina misericordiosa” rivolgeva alla società e alla vita svizzera dell’epoca. Perché proprio questo è al centro della sua opera: il contrasto fra la sete di assoluto, il desiderio di vivere una grande passione dell’anima e del cuore e la meschina realtà dei sentimenti, degli incontri e delle avventure possibili.

***

CicciapellicciaE concludo questa breve lista con un albo illustrato per bambini (che però io consiglio a tutti, perché gli albi illustrati sono esempi di un’arte troppo spesso sottovalutata) pubblicato da Topipittori, uno dei marchi di garanzia per la letteratura per l’infanzia.

Il meraviglioso Cicciapelliccia, di Beatrice Alemagna
Topipittori, 50 pagine, 20,00 €

Il meraviglioso Cicciapelliccia è una nuova, splendida storia di Beatrice Alemagna. Chi, da bambino, non ha cercato un regalo speciale, specialissimo, per la propria mamma? In questa storia la piccola Eddie, una bambina vestita color fucsia che pensa di non saper fare niente di niente, si mette sulle tracce del regalo più bello del mondo. Invece trova una creaturina aliena e la salva dal bidone della spazzatura per scoprire che… gran finale a sorpresa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...