L’arte di raccontare

Non so voi, ma io sono un tipo molto curioso. E questa mia curiosità aumenta quando si parla di libri e di scrittori.

Da dove viene l’idea, la scintilla che porta alla stesura di una determinata storia? E come lavora un certo autore per giungere a quel risultato finale? Ha scritto i capitoli in ordine cronologico? A caso? Sa già tutto quello che scriverà oppure no?
E via una serie infinita di piccole curiosità.

Non so se questa mia ‘sete di risposte’ derivi dal voler capire se, essendo un mezzo scribacchino anch’io, mi stia comportando come i Grandi oppure no. Di sicuro è una curiosità condivisa anche da altri. E infatti in libreria si possono trovare dei piccoli libercoli come L’arte di raccontare, di Caterina Bonvicini e Alberto Garlini, uscito da poco per Nottetempo.

larte-di-raccontare-d459

L’arte di raccontare è una raccolta di interviste a nomi importanti della letteratura mondiale che nasce come una sorta di corso di scrittura creativa. Ogni intervista è una lezione, un’incontro con un autore che ci spiega come lui, o lei, affronta un determinato ‘momento’ della stesura del suo lavoro.
La particolarità di questo volumetto sta infatti nell’aver focalizzato le domande fatte ad ogni autore su un singolo tema che cambia di volta in volta, a seconda di chi sta per rispondere alle domande.
Eccoci quindi a parlare di dialoghi con Yasmine Riza, di biografia con Carrère, di incipit con Jhumpa Lahiri (QUI, tra l’altro, potete leggere proprio l’intervista di Bonvicini a Lahiri) e poi dell’ambientazione, del punto di vista, ecc.

Credo che più che ricordare, noi immaginiamo. Il che significa, in un certo senso, che il passato lo inventiamo, lo ricreiamo dai frammenti a nostra disposizione.

John Banville

Il risultato non è, e non può essere, un manuale di scrittura a tutti gli effetti. È più che altro un fare luce su alcuni metodi di lavoro, su alcuni modi di operare. È un trovare risposte ad alcune curiosità e, sicuramente, un capire che, come dice Garlini nella sua introduzione:

L’artista fa qualcosa che fanno in tanti, ma lo fa come solo lui può farlo. Questo è l’evento portentoso. Il resto, passatemi il termine, è fuffa.

Un gioiellino per ogni amante della lettura. E non importa se avete letto o no gli autori citati… di sicuro ci saranno cose illuminanti.

Ti devi sforzare di essere sempre un principiante.

Yasmina Reza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...