Le scoperte del venerdì

Ebbene, sembra che la costanza si sia stranamente re-impossessata del mio corpo, e quindi eccomi con un nuovo, stranamente puntuale, appuntamento con la rubrica “Le scoperte del venerdì”! Yuppy!

Ecco, e qui ci sta una spiegazione per quelli che ancora non conoscessero questo famosissimo appuntamento del Meleto. In pratica, durante la settimana appena trascorsa non sono riuscito a trattenermi dal curiosare nei siti delle case editrici online e ho scoperto dei titoli che mi ispirano un sacco. Si tratta di libri che non ho ancora letto! Anzi, che non ho proprio, ma che mi incuriosiscono davvero molto.

Il primo titolo di oggi parla di fotografia. Io adoro la fotografia, forse perché sono un completo incapace in materia. Ma non so, mi sembra che le fotografie possano, allo stesso tempo, inquadrare perfettamente la realtà e/o trasformarla del tutto.
In questo caso, la fotografia è mezzo di cambiamento…

Ciriachi2_primacopLe condizioni della luce, di Fabio Ciriachi
348 pagine, 15,90 €, Gaffi

Primi del 2000, Alda sta preparando una mostra antologica della sua trentennale attività di fotografa. Dal fondo di un baule riemergono delle foto che la riportano di colpo ad Arezzo, lì si rifugiò nel 1983, per sottrarsi ai contraccolpi degli anni di piombo. Come lavoro, cameriera, amici pochi e una relazione vissuta pigramente: un’esistenza destinata a ingrigirsi nella quotidianità, ma un giorno una sconosciuta la spinge a riscoprire la sua vocazione per la fotografia. Questo sarà solo l’inizio di una metamorfosi che la cambierà per sempre.

***

timthumbConoscete Gorilla Sapiens? E’ un editore attivo da qualche anno che conoscevo da un po’, ma che solo ora mi sono messo a spulciare davvero. Ebbene, ho trovato due libercoli interessantissimi.
Il primo ha un titolo che suscita tutta la mia simpatia e una trama che non può non fare gola a un lettore come me.

Moby Dick e altri racconti brevi, di Alessandro Sesto
164 pagine, 12,90 €, Gorilla Sapiens Edizioni

Può la letteratura influenzare la routine quotidiana? Cos’hanno in comune le vite di un impiegato e di un poeta maledetto? Perché non bisogna mai dire Adios, Scheherazade? Qual è il vero significato della manzoniana espressione vile meccanico? Come mai Leopardi rimpiangeva la vita prima di Facebook, pur vivendo prima di Facebook?
Sono solo alcuni dei quesiti a cui cercherà di rispondere l’eroe di questi racconti: un irriducibile amante dei Classici che proverà a “vivere secondo Letteratura”, cacciandosi suo malgrado in situazioni surreali ed esilaranti.
Una guida dissacrante e arbitraria alle opere dei grandi della letteratura.

***

Parlando di titoli, pure quest’altro libro non scherza! A me fa impazzire.
E poi adoro i racconti, gli episodi, e se sono bizzarri tanto meglio.
Succo del discorso: DEVE-ESSERE-MIO!

timthumb (1)Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto, di Davide Predosin
240 pagine, 13,70 €, Gorilla Sapiens Edizioni

Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto è una raccolta di episodi bizzarri, incidenti di varia natura, più o meno violenti; di imprevedibili trasferimenti di materia, improbabili disturbi e manie.
Attraverso un immaginario efferato e comico insieme, si narra il fascino del danno e della beffa.
L’assurdo e il grottesco si accompagnano a una leggerezza di fondo, che tempera l’inquietudine e rende confortevole il passaggio attraverso situazioni per molti aspetti sinistre.
I protagonisti di tali accidenti, sempre prossimi alla distruzione, alla disgregazione, rimangono però al di qua della catastrofe, a due passi dal baratro, colti dall’ilarità incontenibile del sopravvissuto.

***

E voi? Scovato qualcosa di incoraggiante in quest’ultima settimana?

Annunci

7 pensieri su “Le scoperte del venerdì

    • Andrea Storti ha detto:

      Oh, brava, l’avviso del tuo commento mi ha ricordato che questo post era programmato per le nove, e io manco l’ho spammato in giro.
      (Tra l’altro, stavo leggendo il tuo post su Torino ;D)

      Sìsìsì, bellissime le cover Gaffi, e stupendi i titoli Gorilla. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...