Tanti auguri al Meleto #8

Siamo al giro di boa. Siamo a esattamente metà dei festeggiamenti in corso per il quinto anno del Meleto.
E oggi si festeggia con una recensione di una ‘collega’ blogger: la Lettrice Rampante.
La Lettrice Rampante è una blogger che sa dare buoni consigli e che sa pure intrattenere. Recensisce benissimo i libri che legge, facendoti salire la voglia di correre subito in libreria, ma poi ha saputo creare anche una serie di rubriche davvero interessanti, come quella dedicata alle traduzioni dei titoli, e rubriche divertentissime, come quella che dialoga coi titoli dei romanzi o quella che raccoglie alcuni scambi di battute ‘libresche’ tra lei e il suo Lettore Rampante.
Insomma, si ride di gusto e si torna a casa con la lista della spesa!
Qui sotto ci parla di uno dei suoi libri preferiti in assoluto, e io direi che posso pure smettere di scrivere e lasciare a lei la parola.
Un grande grazie alla Lettrice e una buona lettura a voi!
Quando mi chiedono di parlare del mio libro preferito, il primo sentimento che mi assale è il panico più totale. E’ difficile per un lettore scegliere un solo libro preferito. E’ un po’ come quando ti chiedono cosa porteresti con te su un’isola deserta se avessi spazio solo per una cosa. Impossibile scegliere. Anche perché, ogni libro, anche il più brutto, ti lascia sempre qualcosa. Figuriamoci quelli belli! E a parlare di uno solo ti sembra quasi di fare un torto a tutti gli altri.
Ma se mi fermo a pensare attentamente, c’è un libro che secondo me più di altri tutti dovrebbero leggere e conoscere. Un libro che più di altri ha cambiato la vita alle persone che lo hanno letto e, soprattutto, a me. Parlo di un classico moderno, di cui probabilmente chi segue il mio blog mi ha già sentito parlare mille volte, ovvero Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez. E’ un libro che va letto e riletto, in età e fasi diverse della propria vita. E’ un libro che, attraverso la saga della fantastica famiglia Buendía, ti insegna ad affrontare tutto quello che il mondo ti riserva, dagli eventi più tragici a quelli più magici. E’ un libro che cambia la tua visione della vita, di quel che ti circonda, dalle cose più semplici, come andare al mercato, piegare le lenzuola o farsi un bel bagno (se vi chiamate Remedios, in entrambi i casi fate molta attenzione), a quelle più complesse e inspiegabili, come il dolore, la morte, ma anche l’amore.
La cosa buffa è che se qualcuno mi chiedesse perché amo tanto questo libro, così tanto da parlarne sempre e ovunque, non saprei bene cosa rispondere. Forse lo amo anche per la storia che ha nella mia vita oltre a tutte quelle che contiene nelle sue pagine: l’averlo letto quasi per sfinimento, dopo anni di tentativi di persone a me care per convincermi a leggerlo, l’aver consumato da adolescente le audiocassette dell’album che i Modena City Rambles gli hanno dedicato, l’aver deciso di studiare spagnolo per poterlo leggere in lingua originale, e ancora l’averlo consigliato a chiunque mi chiedesse un suggerimento di lettura. Tante cose tutte insieme, tante piccole storie che il libro ha generato e che per me lo rappresentano tanto quanto il suo contenuto. Credo che ogni lettore abbia un libro così. Anche più di uno, forse. Un libro che non ci stanchiamo mai di rileggere anche se si conosce a memoria. Un libro che rimane per sempre nella nostra mente, nel nostro cuore e in qualunque altra parte di noi che la lettura riesca a influenzare. Un libro di cui amiamo talmente tanto i personaggi da considerarli nostri amici. Un libro magico e speciale, di cui parlare in continuazione, anche sui blog altrui che compiono gli anni.
Se invece ancora non ne avete uno, provate con Cent’anni di solitudine. Sono sicura che non ve ne pentirete e che dopo averlo letto riuscirete a trovare qualcosa di bello e di magico anche in quel lavoro noioso che è piegare le lenzuola.

Tanti auguri al meleto!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...