I libri del mio San Giorgio #1

Oggi parte una serie di appuntamenti strettamente legati al San Giorgio di Mantova Books. O meglio, dei post in cui presenterò i romanzi a proposito dei quali ho avuto il piacere di chiacchierare durante le tavole rotonde che io ho moderato, da solo o in coppia, durante la due giorni mantovana.
Ogni post sarà dedicato a una tavola rotonda, quindi in ogni post troverete dai due ai quattro libri presentati. Ho deciso di saltare la presentazione di autori già famosi, come Moony witcher, Leonardo Patrignani, Emma Romero e Francesco Falconi. E salto anche quella Di Fabio Cicolani, ma esclusivamente perché il suo libro è gia stato ‘spammato’ in questi lidi.
Parto invece con l’Urban Fantasy e con 4 donzelle!

Il primo romanzo lo avete già visto in un post dedicato alle uscite di maggio, ma io ve lo ripropongo perché Anna Giraldo è un’ottima autrice, è spiritosa e coinvolgente e sa appassionare.
La sua è una storiella breve che vi saprà far ridere!

OGD. Il lato B di ogni cosa
di Anna Giraldo
 
È innamorata pazza di Londra, scrive per passione e mal sopporta il fidanzato tedioso.
È bravissima a sognare a occhi aperti.
Deve decidersi a mettere la testa a posto. Prendere marito. Avere un figlio, un gatto, magari qualche amica da invitare il sabato per un caffè.
Ma quando nel bel mezzo del Tower Bridge incontra un affascinante sconosciuto a passeggio con una pantera nera al guinzaglio, tutte le sue certezze vengono meno.
Iniziano così 24 ore deliranti: dalla cenetta galante in compagnia di un improbabile anfitrione al rocambolesco colpo grosso al British Museum.
Sogno o realtà?
Due protagonisti d’eccezione per un’avventura ai limiti del grottesco. Un Lui, il fantomatico Mr.
Ogd, sfacciato, ambiguo e tremendamente seducente. Una Lei senza nome.
Una storia firmata Διόνυσος e Anna Giraldo.
***

Il secondo volume è il romanzo d’esordio di Monique Scisci. ‘Stavolta siamo di frone a un bel tomone, zeppo di mistero e vampiri. Tra queste pagine si muove un lupo bianco che ha destato la mia curiosità, un lupo che vuole essere letto!

L’ampolla scarlatta
di Monique Scisci


Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e semplice, la vita le sorride. L’amore è alle porte, ha una famiglia serena e sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato l’attende. Ma il tormento non ha fine, perché il cambiamento radicale a cui non può sottrarsi, non è ancora avvenuto.
Chi la sta osservando e perché? Cos’è l’Ordine, di cui ha sentito bisbigliare alle sue spalle?
Sta succedendo qualcosa al suo corpo, o sono effetti collaterali delle gocce vermiglio dell’Ampolla Scarlatta che il medico le ha prescritto?
Un lupo bianco, creature della notte e segreti di famiglia mai svelati.
Ce la farà ad affrontare l’arduo percorso che l’aspetta? 
***

C’è poi il romanzo di Blake B. Blink, che ha ricevuto molti complimenti dalla giuria del premio Magia Urbana Prete à porter. Pur non avendo vinto, il libro è stato molto lodato. E c’è poi quella bella nota sanguinaria che… sì, attrae!

La curiosità uccide il gatto
di Blake B. Blink

L’anagrafe per Zora Von Malice si ferma all’età di 27 anni. Si risveglia nella condizione di vampiro, in una villa abbandonata e decadente della collina torinese. Non ricorda nulla e comunque non le importa. Si tiene alla larga dagli umani, dai suoi simili, dalla vita.
L’unico elemento di congiunzione tra le sue due esistenze è una chiave che porta al collo. Simbolo determinante del suo passato che si impone di ignorare con dedizione e costanza.
Scavare implica soffrire e lei non ne vuole sapere.
Tutti mentono, la chiave parla.
Dominata dalla curiosità inizia un percorso di sangue e omicidi spietati, ignara del conflitto tra l’unico essere che la protegge e la creatura malvagia che sta progettando la sua morte. La stessa creatura che da anni scuote la città di Torino con violenti omicidi. Le vittime sono solo donne dai capelli rossi.
Lo stesso colore di Zora. 
***

Concludo segnalandovi il prossimo romanzo di Giulia Marengo. Giulia, lo sapete, mi piace molto, e questa sua nuova fatica urban fantasy che arriverà in libreria verso settembre ci permetterà di scoprire i suoi talenti ancora nascosti. Segnatevelo!

La voce del dominio. Alexandra
di Giulia Marengo

Alexandra Winter, da tutti soprannominata Lexie, ha quasi vent´anni e studia a Colonia, in Germania. Condivide un appartamento con Konrad, il suo migliore amico, ed è affascinata dalla sua nuova vita di studentessa universitaria.
Eppure, le giornate serene a cui è abituata sono destinate a essere rivoluzionate.
Una notte qualcuno decide di introdursi nella sua stanza, spaventandola a morte. La ragazza riesce a sfuggire agli aggressori con l’aiuto di Jan Martin, giovane professore che ha conosciuto in Università. Grazie alla guida di Jan, la ragazza scopre di essere nipote di Veratyr, Voce del Dominio e Kaiser del Gemeinschaft, la comunità di multimorfi che da secoli prospera in città, all´insaputa dei suoi abitanti.

Cos’altro dirvi?
Andate e leggeteli!
E tornate per scoprire gli altri romanzi che ho scoperto al San Giorgio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...