Non sarà mai inverno

Tibo Krovic è sindaco di Dot, una piccola città sperduta sulle rive del Baltico. È un uomo buono, gentile, puntuale come l’orologio del municipio che ci sia da celebrare un matrimonio, rendere visita a una scuola o dirimere una lite tra i cittadini. Ma in fondo al cuore Tibo nasconde un’ombra: ama in segreto e senza speranza la bella Agathe Stopak, la sua segretaria, “bianca e sinuosa come una gru” soprattutto quando è baciata dai raggi del pallido sole che talvolta inonda la sua scrivania. A Dot, dove il gelido vento del Nord soffia tutto l’anno, gli innamorati non hanno vita facile. Essere ricambiati in amore è una rarità, e ne sa qualcosa la stessa Agathe, prigioniera di un matrimonio infelice. Per Tibo e per Agathe nulla sembra essere più lontano dell’amore. Ma un giorno qualcuno si accorge di loro, una magica presenza che dall’alto di guglie di pietra e statue erette in suo onore vede tutto e sa tutto. È Walpurnia, la santa barbuta che da secoli veglia sui dottiani, e che ha appena deciso di far nascere negli animi sensibili dei due protagonisti un desiderio incontrollabile, che sconvolgerà i loro destini e le vite degli abitanti di Dot per gli anni a venire.
Sospeso tra fiaba, leggenda, realismo magico e umorismo scozzese, un romanzo sul senso dell’amore, che crediamo inaccessibile, e poi un giorno, quando riusciamo a fare il primo passo, scopriamo che ci cambierà la vita. 
“Non sarà mai inverno”… che frase meravigliosa! Sfortunatamente, in questo bellissimo romanzo d’amore questa frase resta soltanto un cumulo di parole.
I protagonisti, infatti, si ritroveranno ben presto a dover affrontare l’inverno sia esterno, con il susseguirsi delle stagioni e l’arrivo della neve, sia interno, con i cuori spezzati e gelati.
Personaggi davvero ben descritti, curati nei dettagli e particolarmente caratterizzati. In loro troverete tutte le caratteristiche e i difetti umani, e proprio per questo, per la particolarità con cui vengono presentati, il lettore non potrà fare a meno di affezionarsi a loro.
Il sindaco Krovic è così buono e in un qual modo timido da non riuscire, al di là della sua vita lavorativa, a pensare a sé stesso e a prendere quelle iniziative e quelle decisioni che al lettore appaiono necessarie e scontate. Dall’altra parte Agathe Stopak, una bella e giovane donna la cui vita è fin troppo piatta, la sua cieca fiducia verso le persone la trascinerà in un abisso oscuro.
I due, però, non sono gli unici ad essere davvero ben presentati. Anche i personaggi secondari hanno un ruolo importante nell’evolversi delle vicende, vengono anch’essi descritti in modo eccellente e pure questi sono fortemente caratterizzati.
La trama di per sé non sembra un granché, alla fin fine è sempre la solita e classica storia d’amore. Nulla di speciale, direte voi, ed effettivamente sembra potreste avere ragione. Ciò che rende questo libro speciale e assolutamente da leggere è però lo stile. Andrew Nicoll racconta l’intera vicenda attraverso un personaggio esterno, una sorta di dea della città. L’utilizzo di questo punto di vista è un’idea eccellente! I commenti della dea, il modo in cui racconta la storia è incantevole. Inoltre Andrew ha un modo di scrivere davvero carino; il suo umorismo, leggero e particolare, accompagna piacevolmente il lettore per tutta la lettura, ed è forse proprio questo il pezzo forte del romanzo.
Grazie allo stile di questo scrittore una storia già letta appare come un qualcosa di unico e originale. Una città normale diventa magica (grazie anche all’aiuto di fantasmi circensi).
Punti forti del libro sono anche il modo di descrivere i luoghi, vago (non si sa in che punto preciso ci si trovi) ma nello stesso tempo preciso (il lettore ha una visione assolutamente chiara della città grazie alla curata descizione) e anche la particolare scelta dei nomi del luogo: Dot, Dieresi e Virgule, punto, due punti e virgola…davvero meravigliosi!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...