Il libro segreto delle cose sacre

Cosa accadrebbe in un mondo post-apocalittico dove gli uomini sono soggiogati alle donne?
Dopo l’impatto con la Grande Pietra, la vita sulla Terra è quasi completamente scomparsa. Ma in una valle remota, le Sorelle di Selene hanno ricreato un angolo di civiltà: sono le donne, dedite al culto della luna, a governare il villaggio, mentre gli uomini sbrigano i lavori di fatica come cacciare e macinare il grano. La luna, però, con la sua orbita che ogni settima notte si avvicina pericolosamente alla Terra, minaccia il villaggio: le adepte devono offrirle continui sacrifici per far sì che rimanga al suo posto in cielo. Tra le sorelle più giovani c’è la dodicenne Aurora, la Scriba della chiesa, il cui compito è scrivere e riscrivere il nome della dea, in un’infinita preghiera di inchiostro. A mettere in discussione le sue certezze è l’arrivo di Willa: sfacciata e mascolina, la nuova sorella è destinata a sconvolgere l’equilibrio della comunità… Quello che avete in mano è il diario di Aurora: il libro segreto delle cose sacre.
Il libro segreto delle cose sacre è un qualcosa di veramente… GRANDE!
Non mi viene in mente un altro aggettivo.
Grande.
Sì, perché si trovano talmente tante cose, dentro a questo testo, che risulta quasi impossibile parlarne senza sminuirlo almeno in parte.
Siamo nel futuro. Un meteorite ha colpito la Luna, causandole notevoli danni. Questo colpo ha addirittura mandato fuori asse l’equilibrio su cui Terra e Luna reggevano la propria vita, e ora tutto è diverso, tanto che il ciclo lunare è di appena sette giorni.
In questa nuova epoca i superstiti sono pochi, solo due differenti villaggi sono conosciuti. Uno di questi due, quello protagonista del romanzo, è governato da donne. Siccome il governo degli uomini ha mandato in frantumi il vecchio mondo, infatti, ora è proprio il gentil sesso a fare le veci del potere. E questa nuova casta è, tra le altre cose, religiosa. In quanto sacerdotesse della dea/luna Selene, le donne governano secondo i loro principi di non violenza.
Aurora è una di queste sacerdotesse. Anzi, è la Scriba, forse la carica più importante, perché grazie al suo continuo scrivere il nome della dea, quest’ultima si trattiene dal cadere sulla Terra finendo del tutto l’umanità.
Il bello di questo libro è, innanzi tutto, che se fin da subito si è convinti che l’argomento portante della storia sia il femminismo, o comunque il potere delle donne, ci si dovrà presto ricredere. Il vero cuore del romanzo è infatti la verità. La verità taciuta, la verità nascosta e la verità rivelata. La verità, e la sua assenza, è il motore di tutta la storia. E credo sia impossibile fare a meno di chiedersi: quanto del mio mondo è reale? Quanto passa sotto silenzio? Perché tra queste pagine si scopre una civiltà che cresce su delle menzogne, che magari sono nate col migliore degli intenti, ma che comunque vanno a condizionare la vita comune di ogni cittadino.
E anche la protagonista, Rory/Aurora, si ritrova a dover fronteggiare sia la verità che la menzogna, e le sue scelte potrebbero essere annoverate tra le cause degli eventi che porteranno a una tragica conclusione.
Ma oltre a tutto ciò, Il libro segreto delle cose sacre parla anche di religione e del rapporto con essa. Parla del potere. E parla anche delle aspettative verso noi stessi, dei propri sogni e delle proprie speranze. Aurora è una ragazzina che si sente speciale, che si crede migliore degli altri e destinata a grandi cose. Ma chi di noi non l’ha pensato almeno una volta nella vita? Il problema è però che spesso ci si ritrova a veder negata questa unicità, e bisogna trovare un modo per reagire.
Siamo sempre in grado di accettare il fatto di non essere speciali? Di non aver nessun futuro brillante, dinanzi a noi?
Insomma, questa è una grande storia.
Racconta di così tante cose e semina così tanti pensieri che diventa impossibile non portarsela dentro ancora per molto tempo, forse per sempre. 
Un’ottima lettura, probabilmente una delle migliori di quest’anno.
Annunci

2 pensieri su “Il libro segreto delle cose sacre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...