La bambina con il basco azzurro

Una bambina recalcitrante, una madre, un broncio che deve essere mantenuto per questioni di principio, un riflesso nello specchio che si muove per conto proprio, un coniglio che scappa da una gabbietta… questi sono gli elementi che danno il via ad un romanzo che lascerà il lettore con il fiato sospeso sino all’ultima riga, quando finalmente si comprenderà il senso di tutto, si potrà dare un’identità ai personaggi originali che popolano questa vicenda, Gary, un passero e un gatto, Buio e il misterioso Autore. Un gioco di specchi, di doppi e di rimandi continui ad un mondo “al di là” e “al di qua”… dove la realtà si confonde con i riflessi e i riflessi negli specchi diventano più reali della realtà stessa. La storia di un percorso, di scelte e di motivazioni che solo il finale saprà svelare completamente. Adatto ai ragazzi per la sua fluidità e l’immediatezza della narrazione, da consigliare agli adulti per la profondità dei messaggi fra le righe e per l’intensità delle emozioni che suscita. Un romanzo dai molteplici livelli di lettura uscito dalla penna di uno scrittore che pur essendo al suo esordio lascia intravedere un talento non comune.
Leggendo, a volte ci si imbatte in delle sorprese. Sono delle sorprese così inaspetatte e così belle che… sì, ti scaldano il cuore.
“La bambina con il basco azzurro” è stata una di queste sorprese.
Romanzo d’esordio di Daniele Nicastro, indubbiamente rivolto ad un pubblico di ragazzi, è davvero un’ottima opera prima.
Incanta il lettore con originalità e ironia. La protagonista della storia non può rimanere indifferente, anzi! tutti tifano per lei, impossibile non farlo. La narrazione poi è davvero speciale, perché Daniele ha unos tile personale, fresco e intelligente. Ho adorato, per esempio, la sua decisione di inserire, di tanto in tanto, la spiegazione di alcune parole. Una scelta concretizzatasi senza minimamente scalfire il ritmo del testo, anzi, aumentandone l’appeal.
La ragazzina del titolo si troverà ad affrontare un percorso di crescita e formazione particolare, quasi passando per una sorta di paese delle meraviglie. Scoprirà gioie e dolori di ogni esistenza, e lo farà indubbiamente con stile.
Sì, Nicastro è stato una bella sorpresa. E nell’attesa che lo si possa re-incontrare in libreria con un nuovo lavoro, devo purtroppo dirvi che, a causa della chiusura dell’editore Runde Taarn, il libro risulta praticamente introvabile. L’autore ha però ancora qualche copia. Io vi invito caldamente a contattarlo per procurarvi questo fantastico esordio!
Annunci

2 pensieri su “La bambina con il basco azzurro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...