Commento al libro: "Il mondo deve sapere"

Descrizione Questo libro è il diario in presa diretta di un mese vissuto nell’inferno del telemarketing. Per trenta interminabili giorni, l’autrice ha venduto al telefono aspirapolveri a migliaia di casalinghe per conto della Kirby, una grande multinazionale americana. Intanto annotava, apprendeva e soffriva in prima persona le tecniche di condizionamento e le riunioni motivazionali, le premiazioni e le umiliazioni pubbliche, orari, salari e punizioni aziendali… “Il mondo deve sapere” racconta la precarietà, riuscendo miracolosamente a fare ridere. Fino alle lacrime. Michela Murgia è nata a Cabras, Oristano, nel 1972. Dopo gli studi teologici è stata webmaster, manager, operatrice in un call center. Questo è il suo primo romanzo.

“Il mondo deve sapere”. Già, il mondo deve proprio sapere quello che è scritto in questo libro. Sì, perché se non altro uno arriva preparato. A cosa? Chiederete voi. Beh, all’incontro col Kirby, ovviamente, a con qualsiasi altra cosa/società ci assomigli. Sì, perché questo diabolico marchingegno arriverà anche a voi, in un modo o nell’altro!
Non so quanti di voi sappiano cos’è il Kirby. Per chi non lo sapesse, si tratta di una sorta di aspirapolvere che in verità sembra faccia anche un botto di altre operazioni, tipo verniciare, massaggiare e non so cos’altro.
Questo oggettino non si trova però nei negozi. No! Lo si può acquistare solo dopo averlo visto in funzione in casa propria, in seguito a un appuntamento fissato da una telefonista. Telefonista che, in questo libro, è interpretata da Michela Murgia.
“Il mondo deve sapere” è il primo libro di questa talentuosa autrice, e parla proprio del suo mese di esperienza nei centralini di questa società. Ci racconta, con tono ironico, la violenza di questo mondo di precariato, che gioca con le persone fragili e bisognose di denaro per creare un’esercito di vincenti. Per far parte di questo esercito, ovviamente, bisogna riuscire a far fare quattrini all’azienda. E ogni trucchetto psicologico è lecito!
Io, questo libro, l’ho molto cercato. Ero curioso di leggerlo perché la mia piccola esperienza col Kirby l’ho avuta. Ho fatto un colloquio per poter diventare un novello Shark (come lo chiama la Murgia nel libro), ossia un venditore, ma avendo intuito subito l’aria che tirava, mi son ben guardato dall’accettare.
Mi ricordo che al colloquio anch’io avevo ben osservato i cartelli motivazionali, con promesse di viaggi esotici, che riempivano la sala conferenze. Mi ricordo anche che ci mostrarono alcune funzioni della meravigliosa macchina. Tra queste c’era quella in cui l’aggeggio gonfiava un grosso sacco di naylon sul quale si sono sedute alcune persone. Ah! Che bei momenti!
Bene. Leggendo questo libro ho avuto conferma di alcuni timori, ma sono anche rimasto folgorato da rivelazioni che non avrei mai scoperto da solo.
“Il mondo deve sapere” è un racconto bello da leggere, perché è indubbiamente divertente ed estremamente godibile.
Allo stesso tempo è però una storia sconcertante. Sapere che quelle parole sono verità, che moltissime persone sono costrette a lavorare in posti come quello descritto (e non mi riferisco solo alla Kirby) fa davvero tremare.
Credo sia una lettura utile per renderci conto di alcune realtà che possiamo forse immaginare, ma che nascondono verità a cui davvero non risuciamo neanche a pensare.

Annunci

3 pensieri su “Commento al libro: "Il mondo deve sapere"

  1. Ciao Claudia! Beh, in effetti “Tutta la vita davanti” è liberamente tratto da questo libro. 🙂
    La Murgia è molto brava e “Ave Mary” sarà sicuramente anche tra le mie prossime letture.
    Un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...