Commento al libro: "La musica delle parole"

Lilia Grace Albert ha viaggiato tutta la vita, cambiando costantemente luoghi e abitudini. È ripartita per nuove destinazioni talmente tante volte che non sa più come fermarsi. Rapita dal padre a sette anni, ha imparato a costruirsi un’identità fatta di tanti frammenti diversi che raccoglie con la sua inseparabile macchina fotografica. Adora la solitudine, e chi la conosce bene può figurarsela mentre cerca di cogliere l’immagine perfetta nel bel mezzo di un temporale.Ora sta lasciando New York, e con un bacio sulla fronte saluta il suo attuale compagno, ignaro che fra poco di lei rimarranno solo le impronte umide sul parquet. Questa è la vita di Lilia, e gli altri possono fare poco per cambiarla: si può forse ingabbiare la libertà? Ma cosa succede quando chi è abituato a fuggire farebbe di tutto per rimanere?

L’amore è una cosa meravigliosa, ma anche terribilmente dolorosa. L’amore per la/il compagna/o, l’amore per i genitori, l’amore per i figli. Che cosa si è disposti a fare per amore? Decisamente tanto. Un padre per amore può rapire la figlia, un uomo per cercare la donna che ama può lasciare tutto e partire. Essere rapiti e trascorrere anni e anni fuggendo, spostandosi da un posto all’altro senza mai guardarsi nindietro, continuare così finché… fino a quando? Si può ancora fermarsi dopo coì tanto tempo?

Tutto ciò lo troviamo in questo libro davvero davvero carino.
Lilia, rapita dal padre, fugge per tutta la sua vita non riuscendo più a fermarsi. Ha visto un sacco di luoghi, conosce diverse lingue, ha una gigantesca curiosità, ma… la si può definire felice? Io non credo.
Eli, ragazzo stanco di non combinare nulla, innamorato perso di Lilia, talmente ossessionato da lei che quando lei se ne va, lui non può non cercarla.
Michaela insoddisfatta della sua vita, incolpa Lilia per la distruzione della sua famiglia.
Christopher, detective alla ricerca di Lilia, padre di Michaela, marito assente. Un uomo disperato che vede nella ricerca della giovane l’unico suo appiglio, l’unica sua salvezza.
Infine, il padre di Lilia, disposto a tutto per proteggerla.
Le storie di questi personaggi, davvero ben curati, si intrecciano tra loro, tra passato e presente, creando un mix ricco, fluido e coinvolgente. Un viaggio trieste, ma allo stesso tempo leggero, nella loro vita, scoprendo che nessuno di loro è davvero felice. Vite e storie che intrappoleranno il lettore dalla prima all’ultima pagina. Il tutto scritto in modo chiaro, per nulla difficile nonostante i diversi salti temporali.
Un romanzo semplice e frizzante che vi rapirà.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...