Alcune segnalazioni libresche

Il San Giorgio di Mantova Fantasy è stato anche un bel momento per scoprire dei libri che, altrimenti, non avrebbero mai bussato alla mia Lista Desideri.
Qui di seguito, quindi, vi indico alcuni volumi che hanno attirato la mia attenzione. Un paio li ho già acquistati, e il resto seguirà quanto prima.
In attesa di poterli leggere tutti, eccovi qualche segnalazione. Magari incontreranno anche il vostro gusto!
Il primo romanzo è di Valentina Bellettini. Il titolo è PROFUMO D’INCENSO e racconta una storia davvero particolare. Una ragazzina si ritrova, quando sogna, a vestire le spoglie divine di Iside, dea egizia. Si immedesimerà così tanto con la divnità, che a un certo punto non riuscirà più a capire cos’è reale e cosa no.
Un romanzo dunque che strizza l’occhio a una delle civiltà che più amo, ricoprendo anche il ‘ruolo’ di romanzo di formazione.

Marta Franchini è una tredicenne un po’ confusa: deve affrontare l’esame di terza media, dovrà scegliere l’indirizzo superiore ed in questa che è l’età dei cambiamenti che condizionano l’esistenza, lei non sa nemmeno scegliere il tema d’esame, figuriamoci l’aspirazione della sua vita.
Un giorno trova un depliant lasciato dalla sorella in partenza per l’Egitto; leggendo, s’interessa della storia d’amore fra la dea Iside ed il dio Osiride tanto che finisce col sognarli.
Da quel momento, ogni volta che la ragazzza sogna, diventa Iside a tutti gli effetti: parla la lingua egizia, ha le fattezze della dea ed il suo aspetto, e quando s’accorgerà di provare anche dei sentimenti che prima di allora gli erano sconosciuti, la situazione si complicherà: chi è lei veramente? Marta o Iside?
Un’avventura fantastica tra sogno e realtà, fantasia e logica.

Il secondo romanzo che vi segnalo è ULTHEMAR. LA FORGIA DELLA VITA, di Antonio Lanzetta, che tra l’altro si è aggiudicato il premio Magia Urbana Pret-A-Porter, nella sezione Nuove Chimere.
Un romanzo che mescola fantasy e fantascienza per creare qualcosa di davvero curioso.

La Forgia della Vita si è destata. La torre nell’abisso di Norandur è pervasa dal suo calore.
L’energia sprigionata dal nucleo del pianeta pulsa, i forni sono pronti e attendono impazienti i frammenti di quell’astronave precipitata per forgiare l’armatura del Campione. Il tempo dell’Avvento è giunto. Mai le stelle sono state più minacciose per gli abitanti delle Terre Libere.
Nelle vene di Saemon e Jan scorre il sangue di quell’antico popolo venuto dallo spazio e dal quale si sono generati gli Arcani, la cui setta intende sfruttare il Portale delle Stelle, costruito da Ulthemar, per invadere il pianeta. Ma i due giovani e i loro compagni, Steev e Sleitan Ven, risponderanno alla chiamata del Re Bianco e uniranno le loro forze in una corsa contro il tempo, alla scoperta del passato, per salvare il mondo.
Gli uomini impugneranno l’acciaio per fronteggiare la discesa dalle Terre del Ghiaccio di Thorenthar e dei suoi Arcani in quella che sarà la più grande battaglia per la sopravvivenza.

Il terzo volume l’ho scoperto grazie a Daniele Nicastro e sua moglie, che me ne hanno parlato estremamente bene. Incuriosito, ho assistito alla presentazione dell’autrice e ho dovuto riconfermare la prima impressione: da leggere. IL RIFLESSO DELL’ANIMA di Leda Muraro è sia fantasy che storia vera, e incuriosisce proprio per questo.

Era il 1955. Lorenzo aveva solo 25 anni quella notte in cui tutto ebbe inizio. Al suo risveglio ogni cosa era cambiata. La casa nella quale viveva, il tempo nel quale si trovava, ma soprattutto il corpo nel quale era imprigionato. Lo specchio rifletteva l’immagine di un vecchio, di un corpo che stava lentamente morendo. Nemmeno fuori da quelle mura c’era la stessa realtà che aveva lasciato la sera prima. Non c’era nulla che ricordava, solo piccoli frammenti del mondo nel quale aveva vissuto.
Erano trascorsi 60 anni nell’arco di una sola notte, e ora si trovava prigioniero in quel tempo senza sapere come poter tornare indietro.

IL MOMENTO DEL RISVEGLIO, di Nicola Fossati, è uno dei libri che ho avuto il piacere di presentare durante l’evento, e proprio in quel momento mi ha definitivamente convinto. Un romanzo di avventura, Natura e… ‘spiritualità’.

La vita di ciascun individuo è segnata da una serie di attimi, frangenti, situazioni che si verificano in sequenza durante il nostro cammino, talvolta senza lasciare particolari tracce. Tra queste c’è però una occasione “straordinaria”. Succede una sola volta nella propria esistenza.
Un’epifania in cui ogni barriera e limitazione creata dai timori, dalle inquietudini e dalle sofferenze si sgretola, lasciandoci liberi di vivere pienamente… questo è il momento del risveglio! Può avvenire in un istante, in un lampo, infondendoci la forza, la sicurezza e la tranquillità per affrontare qualsiasi cosa.
Tutto ciò accade a Sidney, personaggio principale del romanzo “Il Momento del Risveglio”. Il giovane, suo malgrado, si troverà immerso in un’avventura che lo porterà a conoscersi, a crescere, conducendolo al definitivo risveglio. L’incontro con alcune figure, intensi combattimenti, scelte critiche lo spingeranno in questo percorso di consapevolezza.
Pur mantenendo alcuni canoni della letteratura fantastica, risulta arduo riassumere l’intera vicenda. Numerosi personaggi, colpi di scena e una mitologia che comprende tutto il folklore mondiale sono racchiusi nel romanzo. Alchimia, Cabala, Numerologia, Enneagramma, tradizioni Sufi e Sciamaniche si fondono in un’ambientazione medievale, richiedendo così differenti approcci di lettura. Il libro è suddiviso in due macro-blocchi: il primo incentrato prevalentemente sulle vicissitudini di Sidney ed Amaya; nel secondo invece la scena si amplia, coinvolgendo maggiori soggetti e toccando più luoghi. La narrazione, innegabilmente scorrevole, privilegia l’azione, tralasciando eccessive descrizioni. L’invito è quello di immaginare di essere comodamente seduti al cinema e seguire la storia come una sceneggiatura.
Vero fulcro di tutto il racconto è la Natura, protagonista del romanzo. L’intera trama si muove grazie a Lei. Pur rimanendo per lungo tempo silenziosa, è una presenza costante. Ogni personaggio, primario o secondario, agisce nel Suo nome. Il libro è proprio un’esortazione a rivolgere uno sguardo rinnovato verso la Natura, a considerarLa un prolungamento di noi… o viceversa. Le azioni, i gesti che realizziamo si riflettono su di Lei. L’autore ci invita a prestare attenzione anche alle piccole cose, cercando di non vivere senza posa come una freccia scoccata a grande velocità. A volte le risposte che cerchiamo sono sotto i nostri occhi, ecco perché niente accade per caso.
“Il Momento del Risveglio”, nonostante sia ambientato nei tempi antichi, ci induce ad una profonda riflessione sul mondo attuale. Come ci sottolinea l’autore, dobbiamo attendere sempre l’intervento di un eroe o forse, potenzialmente, noi tutti siamo degli eroi?

Per concludere, segnalo un romanzo che ho giusto intravisto, ma la cui copertina mi ha catturato. Sono andato quindi a cercare informazioni che lo riguardassero e, cosa scopro? Che ha tutte le carte in regola per piacermi, e anche molto. Si tratta de L’ERA DEL LEVIATANO, di Marialuisa Amodio.

In una terra dimenticata, un bambino dagli occhi antichi attira l’attenzione del Leviatano. Per sfuggirgli, dovrà abbandonare la sua bizzarra famiglia e il paradiso nascosto in cui è cresciuto.
Viridius Kallas, un guerrigliero che lotta contro le Nove Città, parte con l’incarico di uccidere un ex compagno d’armi e fa una scoperta che incrinerà tutte le sue certezze.
Nella megalopoli di Tara, Karol riceve nel suo night club le visite sempre più frequenti dei federali, mentre un virus senziente infetta la sua memoria.
Anche l’equilibrio delle Nove Città vacilla quando una giovane campionessa si ribella alle regole del gioco. La guerra non sarà più solo uno sport praticato dalle Bande mercenarie e trasmesso in televisione.
Un romanzo a tratti surreale, con ambientazioni fantascientifiche e vivide scene d’azione, che porteranno il lettore in un vortice intricato e affascinante, dal quale non potrà uscire, se non dopo l’ultimo, ineffabile scontro.

Annunci

3 pensieri su “Alcune segnalazioni libresche

  1. Redazione ha detto:

    Salve,abbiamo notato la segnalazione del libro di Marialuisa Amodio,”L'era del Leviatano”, che ci pregiamo di aver selezionato e pubblicato. Per ogni informazione La invitiamo a contattarci al nostro indirizzo e-mail: infoATlapennabluDOTit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...