Commento al libro: "Un perfetto sconosciuto"

Sam è davvero una donna speciale. Bella e con una carriera di avvocato all’apice del successo, si è lasciata alle spalle le difficoltà dell’adolescenza trasformandosi da brutto anatroccolo in cigno. Nonostante il denaro e il potere dati dalla sua posizione, è solitaria e sposata al suo lavoro, fino a quando a Marrakech, durante una breve vacanza strappata con fatica ai suoi molteplici impegni, incontra Nick. Tra i due scoppia una passione travolgente, al punto che Sam quasi non si riconosce più e cede alle avance di quello sconosciuto e affascinante militare di carriera, decidendo di andare a vivere con lui in una base britannica in Germania. Ben presto, però, si rende conto di non conoscere affatto l’uomo che ha seguito impulsivamente, stravolgendo per sempre la sua vita. Chi è davvero Nick? Il destino di Sam si intreccia fatalmente con quello di altre tre donne. Meaghan, sfuggita a un padre ignorante e violento, ha sposato un giovane ufficiale ed è disposta a vivere in un ambiente rigido e classista pur di poter restare accanto all’uomo che ama. Abby, moglie e madre perfetta, pronta a tutto per compiacere il marito, un alto esponente dell’esercito, rinuncia perfino a essere se stessa, finché la sua esistenza non viene minacciata da un terribile segreto. E infine Dani, una ragazzina in cerca di tenerezza e di protezione che in un bar di Freetown, in Sierra Leone, si imbatte nella persona sbagliata che le insegnerà tutto quanto può esserci di negativo e brutale nell’amore.
Lo ammetto, quando penso ai soldati penso sempre alla guerra e mai alla loro vita, al continuo viaggiare, alla tensione in cui vivono, allo stress a cui sono sottoposti, ma soprattutto mai alla vita delle loro mogli. Ebbene, questo libro mi ha fatto riflettere su tutto ciò. Certo, resta un romanzo, un frutto della fantasia quindi, ma dubito si scosti così tanto dalla realtà.
Dicono che dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna… beh, ci credo, sopportarli non deve essere poi così facile! =)
Si tratta di un libro ben scritto, personaggi chiari, precisi e ben delineati. Intriganti al punto giusto. Non si può non affezionarsi a queste quattro donne così diverse tra loro, eppure così uguali. Abby, abituata fin da piccola alla vita militare è la moglie perfetta per un militare, ma esserlo non è sempre così facile. Soprattutto all’inizio le difficoltà non mancano e la solitudine e il senso di inutilità possono farti impazzire. Lo sa bene Meagan, assolutamente non abituata a questo genere di vita, scappata da un padre violento è abituata a pensare a sé stessa, a cavarsela da sola, ma lì non le è concesso lavorare, le altri mogli hanno un livello di studio superiore, sembrano sempre perfette mentre lei assolutamente no, così, giorno dopo giorno, una parte di sé muore rendendola quasi incapace di proferire parola con altri al di fuori del marito. Dani, povera ragazza sfortunata che si imbatte in Nick, pagandone tutte le conseguenze. Un figlio non voluto, l’aborto, l’abbandono da parte del proprio uomo, la desolazione, il bisogno assoluto di un uomo al suo fianco, un nuovo e felice amore, ancora dolore per poi, come una fenice, risorgere dalle proprie ceneri e, grazie alle amiche, scoprire finalmente quanto vale. Sam, avvocato all’apice della carriera, bella ma terribilmente sola. Non ha un compagno, non ne ha mai praticamente avuto uno, se non un uomo che l’ha scottata e da allora non è più riuscita a instaurare una relazione, anche perchè spesso e volentieri la sua preparazione fa scappare il sesso maschile, o almeno fino a Nick, amore folle che in breve tempo la spinge ad abbandonare tutto… peccato che lui non si possa proprio definire una bravo ragazzo.
Davvero, ho amato queste donne. L’autrice le presenta in un modo così eccezionale che ognuna di noi saprà capirle alla perfezione. Le ha rese così reali che ognuna di noi si rispecchierà, almeno in parte, in loro. Effettivamente, credo proprio che la cosa che più ho amato di questo libro sia proprio come la scrittrice abbia sviluppato i protagonisti.
La lettura risulta scorrevole e l’intrecciarsi dei punti di vista dei vari personaggi, anche se principalmente delle donne che raccontano la propria storia, rende il tutto più stimolante e frizzante. La sequenza temporale non può non invogliare il lettore a leggere. Si inizia con il presente, per poi rituffarsi per buona parte del volume nel passato e infine ritornare al presente. La curiosità di sapere come andrà a finire, che cosa accadrà tra Sam e Nick è alle stelle, e se all’inizio ti ritrovi a tifare per questo loro amore così travolgente e folle, è proprio leggendo il passato che cambi idea, ritrovandoti a pensare “fa che Sam si svegli!!!”.
Ed ecco una pecca del testo: c’è davvero tanto passato, il che è bellissimo, ma l’ultima parte è troppo breve, e se da una parte mette ulteriormente in risalto quanto velocemente Sam abbia rinunciato a tutto per Nick, dall’altra, soprattutto nelle ultime vicende, l’ho trovato troppo sbrigativo.
Infine, sono delusa dal finale. Non perchè mi aspettassi una conclusione diversa, assolutamente no, ma perchè leggendolo mi da come la sensazione di un finale lasciato a metà, come una frase in sospeso. A mio parere, doveva esserci un ultimo capitolo per ogni donna, successivo a quanto accaduto nella conclusione… vorrà dire che me li inventerò!! =)
(Solo in seguito ho scoperto che questa autrice, di cui onestamente non avevo mai letto nulla, lascia spesso i finali aperti, sospesi.)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...