Tutta colpa di… #5

Il libro che vorrei ricordare assieme a voi in questo nuovo appuntamento di TUTTA COLPA DI… è un po’ particolare, o almeno lo è rispetto a quelli di cui vi ho parlato fin’ora.

Avevo già visto The Hours e me ne ero innamorato. Davvero. Tanto che corsi subito ad acqistare il romanzo di Cunningham da cui era tratto. Amai anche quello e corsi a prendere La signora Dalloway. Ecco, quest’ultimo non mi aveva entusiasmato, affatto. e la Woolf venne relegata negli scaffali più nascosti.

Passò del tempo, un paio d’anni credo, poi mi ritrovai alla Fnac, mentre studiavo all’università, e scoprii una nuova uscita, questa:

Nel 1941 Virginia Woolf si toglie la vita annegandosi nel fiume Ouse. Nel 1953 Leonard Woolf decide di raccogliere in volume una selezione tratta dai diari della moglie, concentrata su tutto ciò che riguarda lo scrivere e la sua attività di romanziera e critica letteraria: riflessioni legate ai testi che sta scrivendo o leggendo, appunti di carattere stilistico o strutturale, ma anche descrizioni di luoghi, amici ed eventi pubblici o privati, amare considerazioni su un mondo lacerato da due guerre mondiali, accenni alla tortura delle crisi nervose, sempre più frequenti col passare degli anni.

Lo acquistai d’impulso. Mi piace curiosare nelle vite degli scrittori e quel libro mi ispirava davvero molto.
Si tratta di una raccolta di pezzi scelti e credo sia davvero ben fatta. Nel senso che si scopre davvero Virginia e si capisce come lavorava, cosa pensava, cosa voleva dire, perché scriveva quella determinata cosa…
Amai alla follia quella donna, e conoscerla mi fece riscoprire i suoi lavori che presi a leggere e che valutai con occhio davvero diverso.
Senza contare poi che il diario della Woolf è una vera miniera di informazioni storiche, con i suoi viaggi all’estero, i suoi pensieri sugli artisti contemporanei… davvero. Uno dei libri che mi hanno cambiato di più e che mi ha fatto conoscere quella che ritengo la mia autrice preferita in assoluto. e pensare che subito non l’avevo sopportata…
Annunci

10 pensieri su “Tutta colpa di… #5

  1. Ragazze, mi spiace deludervi ma non si tratta di un giveaway. Nella rubrica TUTTA COLPA DI… parlo di alcuni libri che hanno cambiato la mia vita da lettore, ma non regalo niente! XD
    I giveaway sono esplicitamente indicati nel titolo del post.

  2. Io ho scoperto la Woolf con “Le Onde” (di cui, tra l'altro, sto preparando la recensione) e devo dire che, nella sua complessità, mi è piaciuto molto. Un'ottima introspezione, i personaggi sono di quelli che ti strisciano sotto pelle e rimangono lì molto a lungo 🙂

  3. e ovviamente la Woolf manca al mio essere lettrice. non le ho mai dato un'occasione vera e propria, a dire il vero, non mi ha mai ispirata… co sti tuoi “per colpa di” mi stai solo facendo venire una marea di sensi di colpa per non aver ancora letto tutte ste cose. Basta! Smettila!

  4. @Camilla: 'Le onde' mi manca ma rimedierò, prima o poi.
    @Ivana: esatto, sa descrivere i sentimenti e i pensieri delle persone con una maestria unica.
    @Nas: lo so… cercherò di rimediare! XD
    @Sonia: l'intento è proprio questo, farti venire i sensi di colpa! 😛 Beh, la Woolf, scherzi a parte, o si ama o si odia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...