Commento al libro: L’evoluzione di Calpurnia

Nei prati riarsi della calda stagione texana, Calpurnia non può fare a meno di notare che le cavallette gialle sono molto, molto più grandi delle cavallette verdi. Perché? Sono di due specie diverse? Calpurnia ha sentito parlare del libro di un certo Darwin, in cui si spiega l’origine delle specie animali. Forse può trovare quel libro nella biblioteca pubblica? Sì, ma la bibliotecaria non glielo vuole mostrare. Poco male, quel libro si trova anche a casa sua: nello studio del nonno, il libero pensatore della famiglia. Accompagnata dal nonno e dal libro proibito, Calpurnia riuscirà a scoprire i segreti delle diverse specie di animali, dell’acqua e della terra. E scoprirà anche se stessa.
Essere travolti da Calpurnia è un’immensa delizia.
Sì, travolti, perché Calpurnia sprizza energia vitale da tutti i pori e travolge il lettore con la sua simpatia.
L’evoluzione di Calpurnia è un libro ben scritto, curato e fuori dagli attuali filoni narrativi. E’ stata definita un incrocio tra Huckleberry Finn e Pippi Calzelunghe non a caso, infatti.

Siamo nell’estate del 1899, in una famiglia benestante che possiede campi di cotone e che per sei mesi non abbandoneremo mai.
Attraverso gli occhi della giovane protagonista del romanzo vedremo la vita di quel tempo, col lavoro duro nei campi, con le prime auto, il primo telefono e la prima bottiglietta di Coca Cola. Vedremo il mondo sotto una luce diversa, perché Calpunria, grazie al magico legame col nonno, s’improvviserà naturalista, e questo suo osservare con occhio critico la natura si riperquoterà anche sulla sua vita, facendola come risvegliare. Vedremo la condizione dell’uomo ma, soprattutto, quella della donna.
Vedremo molte cose, e le vedremo con allegria, calore, dispiacere e curiosità.
Lo stile con qui questo romanzo è narrato è davvero d’altri tempi, secondo me. C’è consapevolezza, c’è un intento forte di base, ma c’è anche una grande leggerezza, una scorrevolezza dovuta all’algidità del personaggio principale. Non ci si stanca mai delle parole dell’autrice. Si resta malinconici quando tutta questa magia finisce.

L’evoluzione di Calpurnia non è un libro che parla della natura, come ho letto in giro, ma un romanzo che parla della curiosità. La curiosità di una ragazzina per la vita, la curiosità per il mondo che ci circonda, la curiosità per la donna, una creatura trattata così diversamente dall’uomo. E mi viene in mente un momento del libro, in cui la protagonista scopre che la madre vorrebbe farla debuttare, per avere così possibilità di trovare marito, e Calpurnia pensa alle differenze col mondo animale, dove sono i maschi a dover attrarre la femmina, e non viceversa.
Sì, Calpurnia è anche una storia sulla figura della donna, cosa attualissima, purtroppo. Ma non ci sono mai delle prese di posizione, c’è un senso di stupore, semmai, che accompagna la scoperta delle differenze tra i sessi (differenze non naturali).

Se siete curiosi, leggete questo libro. Ne rimarrete affascinati.

Io l’ho messo come ‘Voce del buon consiglio’, e questo, già da solo, dovrebbe farvi capire quanto mi sia paciuto.

Editore: Salani
Pagine: 287
Prezzo: 16,80 €

Annunci

10 pensieri su “Commento al libro: L’evoluzione di Calpurnia

  1. @Morna: brava! Vedo che hai perfettamente capito il punto: questo librom va letto! 😉
    @Chrysallis: hai ragione, è super adorabile!!! 🙂
    @Francesca: eheh, ti ho letto nel pensiero. Comunque è davvero una delle migliori letture degli ultimi tempi. Fammi sapere, poi. 🙂
    @Annie: ti do assolutamente ragione. La Salani non mi ha mai deluso. 😉

  2. Se non avessi cancellato il tuo blog dalla mia vista, ti direi che mi hai fatto venire voglia di leggere pure Calpurnia e che finisce dritto dritto in Wishlist. Ma ormai ti ho cancellato 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...