Segnalazione: Togliamo il disturbo

Oggi saggio!

Sì, oggi vi segnalo un saggio, uscito il 17 febbraio per Guanda, scritto da una nota autrice italiana e che ritengo possa risultare molto interessante, visti i tempi in cui viviamo.
Sto palrando di:

Togliamo il disturbo, di Paola Mastrocola
saggio sulla libertà di non studiare

Questo libro è una battaglia, perché la cultura non abbandoni la nostra vita e prima di ogni altro luogo la nostra scuola, rendendo il futuro di tutti noi un deserto. È anche un atto di accusa alla mia generazione, che ha compiuto alcune scelte disastrose e non manifesta oggi il minimo pentimento. Infine, è la mia personale preghiera ai giovani, perché scelgano loro, in prima persona, la vita che vorranno, ignorando ogni pressione, sociale e soprattutto famigliare. E perché, in un mondo che li vezzeggia, li compatisce, e ne alimenta ogni giorno il vittimismo, essi con un gesto coraggioso e rivoluzionario si riprendano la libertà di scegliere se studiare o no, sovvertendo tutti gli insopportabili luoghi comuni che da almeno quarant’anni ci governano e ci opprimono.

UN BRANO:

“Ditemi se le devo ancora insegnare queste cose o no. Forse, se i ragazzi non sanno più l’italiano, vuol dire che la scuola non ha più ritenuto che fosse il caso di insegnare l’italiano. Forse tutti in Italia (o meglio, in Europa) hanno deciso questo: che non è più utile insegnare la propria lingua, e si sono dimenticati di dirlo anche a me, e allora io sono l’ultima a fare una cosa che non interessa più nessuno, e quindi è bene che smetta.
Vi ricordate di quell’ultimo soldato giapponese rimasto a mitragliare per aria, a cui non avevano detto che la Seconda guerra mondiale era finita? Ecco, così”

IL BOOKTRAILER:

L’AUTRICE:

Paola Mastrocola è nata nel 1956 a Torino, dove tuttora risiede. Insegna lettere in un liceo scientifico. Fino al 1999 ha pubblicato poesie e saggi sulla letteratura del Trecento e Cinquecento. Dal 2000, presso Guanda ha pubblicato cinque romanzi (La gallina volante, Palline di pane, Una barca nel bosco, Più lontana della luna e La narice del coniglio), il pamphlet narrativo La scuola raccontata al mio cane, il romanzo-favola Che animale sei?.

Premi da lei vinti:
* Premio Italo Calvino per l’inedito 1999 per La gallina volante
* Premio Selezione Campiello 2000 per La gallina volante
* Premio Rapallo-Carige per la donna Scrittrice 2001 per La gallina volante
* Finalista al premio Strega 2001 con Palline di pane
* Premio Campiello 2004 per Una barca nel bosco
* Premio Alassio Centolibri – Un autore per l’Europa 2004 per Una barca nel bosco

Annunci

2 pensieri su “Segnalazione: Togliamo il disturbo

  1. Della Mastrocola ho letto “Una Barca nel Bosco”, che mi è piaciuto veramente moltissimo. Trovo abbia un tocco, come dire, delicato.
    Tuttavia non ho mai letto dei saggi scritti da lei, quindi non so se sia altrettanto valida come saggista; certo è che si preoccupa veramente molto per la scuola, visto quanto questo elemento appare nella sua produzione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...