Anteprima: I figli di Atlantide

Ve ne ho già parlato più volte, ma lo faccio e lo farò ancora, vista l’impazienza con cui attendo questo titolo.
Oggi, in particolare, vi segnalo il cambio di copertina, sicuramente più ‘matura’ della precedente.

I figli di Atlantide, di Mario De Martino

Robert Gray, funzionario dell’FBI di New York, indaga su un delitto che sembra senza soluzione. Gli unici indizi sono una stella a sei punte e una carta dei tarocchi. Gli unici punti di contatto tra Ivan, Sarah e Seiji sono invece un medaglione, un’antica civiltà, un’iscrizione arcana. I tre giovani vivono in tre luoghi diversi e lontani e non si sono mai incontrati. Ma le cose sono destinate a cambiare, perché sono stati scelti per sciogliere un enigma antico e sfortunato. Porteranno a termine una missione iniziata tanti, troppi secoli prima, una missione che affonda le sue radici nel pericolo e nell’irrazionale. Che intenzioni hanno i misteriosi adepti della setta Chrysalis? Quali terribili conseguenze porterà l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale? Sui governi di tutto il mondo incombe una minaccia terribile. La salvezza del genere umano dipende da Ivan, Sarah e Seiji, sempre che sappiano mettere a frutto il misterioso potere del medaglione e l’ammonimento in esso contenuto: Bene vixit qui bene latuit.
Il libro, edito da Casini Editore, costerà 16,90 € oppure, se acquistato sul sito della casa editrice, 14,36 €, e sarà nelle librerie a partire dal 23 febbraio.

Vi ricordo anche che I figli di Atlantide e il suo autore saranno ospiti del blog per uno speciale a loro dedicato.

Annunci

10 pensieri su “Anteprima: I figli di Atlantide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...