Da Babbo Natale…

Siccome anche quest’anno sono stato veramente un bravo bambino, Babbo Natale mi ha deliziato con alcuni doni libreschi. Li condivido con voi che, magari, vi do qualche spunto per gli acquisti libreschi futuri.

Il principe e il peccato, di Jacqueline Carey

Prima è sfuggito a uno spietato sicario a Tiberium, poi è sopravvissuto per miracolo all’assedio della città di Lucca, eppure Imriel de La Courcel, terzo in linea di successione al trono di Terre D’Ange, adesso non può sottrarsi al matrimonio combinato con Dorelei mab Breidaia, principessa di Alba. In attesa del giorno della cerimonia, il giovane viene chiamato a corte, dove incontra la cugina Sidonie, la legittima erede del regno angeline. E, all’improvviso, accade ciò che non doveva accadere: i due vengono travolti da un desiderio irrefrenabile e, a dispetto dei rischi cui si espongono, si abbandonano a un’intensa passione segreta. Ma, per un nobile, il vero amore è un sogno destinato a infrangersi. Celebrate le nozze, Imriel è infatti costretto a separarsi da Sidonie per trasferirsi con la moglie ad Alba, un’isola lontana e primitiva, abitata da un popolo geloso delle antiche tradizioni e dedito alla magia oscura. Fin da subito, il nuovo arrivato percepisce un’atmosfera ostile, e i suoi timori vengono confermati quando una strega cerca di asservirlo alla propria volontà grazie a un potente incantesimo. Deciso a non piegarsi, Imriel scopre tuttavia che, per liberarsi da quel giogo opprimente, sarà obbligato a pagare un prezzo altissimo: rinunciare all’amore per Sidonie…

Orrendi per sempre, di Aquilino

Quattro ragazzi, in parti diverse del mondo, combattono quotidianamente con l’ostilità e la diffidenza della gente a causa del loro essere “speciali”. Morta è morta: spesso perde pezzi del proprio corpo decomposto e li riattacca con noncuranza; Macabro è costellato di ferite infette e sanguinanti, che non si rimarginano mai; Scossa lancia scariche elettriche potentissime quando prova qualsiasi emozione e Albein ha un’intelligenza spaventosa, ma non può usare le gambe. È una formidabile invenzione di Albein a farli incontrare e a trasformarli (non senza qualche disavventura!) negli Orrendi, un gruppo affiatato che grazie alle proprie “caratteristiche” riesce a portare aiuto ai bambini in difficoltà.

E voi? Che cosa avete ricevuto da Babbo Natale?

Annunci

6 pensieri su “Da Babbo Natale…

  1. “Orrendi x sempre” l'ho visto qualche giorno fa in libreria, sembra carino! 😀
    Ho ricevuto “Iris – Fiori di cenere” di Maurizio Temporin e “L'ultima traccia” di Charlotte Link ^^.

  2. “Orrendi per sempre” è un libro molto carino. Se conoscete qualche bambino che non ama leggere, io consiglio di regalare questo libro, perchè potrebbe essere un buon inizio. L'hai visto al buio, vero?
    Per Natale i regali me li sono fatti da solo, perchè se aspettavo, stavo fresco. Un libro di Pablo De Santis (avevo già letto “L'enigma di Parigi, e mi era sembrato interessante), poi “Il conte di Saint Germain” di Alexander Lernest-Holenia (pure qui avevo letto “Ero Jack Mortimer”), e “Oscar Wilde e i delitti al lume di candela”.
    E poi ho messo gli occhi sulla trilogia di Carol Berg e se non trova un editore che la pubblica sono tentato di prenderla in lingua XD

  3. Cosa succede guardando “Orrendi per sempre” al buio? Sono curiosa!!!! 🙂
    Anch'io ho ricevuto un pò di regalini libreschi: “Iris – fiori di cenere” di M.Tempori, “Il libro delle anime” di Glenn Cooper e “Torment” di L.Kate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...