Bright star

Ieri sera ho visto Bright Star, e mi è piaciuto moltissimo.
E’ una sorta di film sulla storia d’amore tra Keats, il poeta, e Fanny Brawne. E’ un film molto romantico, nel senso che il sentimento la fa proprio da padrona e potrebbe essere considerato anche un po’ sdolcinato, adolescenziale… però mi è davvero piaciuto molto, e ora approfondirò la conoscenza di questo poeta.
Non mancano anche i momenti divertenti, logicamente, e la figura della protagonista l’ho trovata molto piacevole e allegra. Gli attori erano meravigliosi e c’erano alcune scene che mi hanno colpito particolarmente, in cui i colori e le forme avevano un’armonia poetica.
Per tutto il film, manco a dirlo, vengono snocciolati versi di poesia del protagonista, e questo da un tocco in più, a parer mio.

Vi lascio con una poesia di Keats che ho sentito nel film e che ho trovato incantevole. Si intitola La belle Dame sans merci.

Cosa ti tormenta, o cavaliere armato,
solo e pallido errante?
Giace prostrato il giunco in riva al lago,
né uccello canta.

Cosa ti tormenta, o cavaliere armato,
così smunto e abbattuto?
Lo scoiattolo ha colmo il suo granaio,
e fu colto ogni frutto.

Un giglio hai sulla fronte
rugiadosa di febbre e di tormento,
e sulla guancia una rosa appassita
rapidamente muore.

Una dama incontrai
bella nei prati, figlia delle fate;
lunghi i capelli e il passo suo leggero,
e gli occhi folli.

Composi una ghirlanda per il suo capo,
e braccialetti e un cinto
fragrante, mi guardava innamorata,
con un dolce lamento.

Sul mio corsiero al passo la posai,
né altro vidi quel giorno,
ché reclina da un lato ella cantava
canzoni d’incantesimo.

Cercò per me dolci radici e miele
e rugiada di manna;
nel suo ignoto linguaggio ella mi disse:
“Amo te solo”.

Nella magica grotta mi condusse,
là pianse disperata e sospirò,
là io le chiusi i folli folli occhi
con quattro baci.

Mi cullò fino al sonno,
là misero sognai l’ultimo sogno
da me sognato mai lungo il pendio
della fredda collina.

Vidi pallidi re, guerrieri e principi
dal mortale pallore che gridavano:
“La belle Dame sans merci
ti ha preso nella rete”.

Nel crepuscolo vidi le arse labbra
in orrida minaccia spalancate,
e quivi mi svegliai lungo il pendio
della fredda collina.

Per questo io qui soggiorno
solo e pallido errante,
benché il giunco è prostrato in riva al lago,
né uccello canta.

Annunci

4 pensieri su “Bright star

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...