il re Tajtjan

Il re era fermo a pochi passi dal finestra. Splendeva come folgore. I suoi occhi rosati, fissi sul generale in ginocchio, lasciavano intuire una tiepida approvazione. La luce aveva vinto, non c’erano più dubbi, ormai. La luce avea vinto. Le tenebre, evidentemente, no.
Si voltò ad ammirare le terre che si estendevano ai suoi piedi; la sua pelle dorata rifletteva il sole come uno specchio.
La luce era lui.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...