La morte e l’amore

La morte.
Ho iniziato ad aver paura della morte quando ho iniziato a legarmi alle persone. O comunque quando ho preso coscienza del legame che mi univa a certe persone.
Ho pianto su dei morti, ma più per le persone che avevano lasciato qui che per i morti stessi.
Ecco perché dico che l’amore mi ucciderà. Non è la morte che mi spaventa, ma la perdita delle persone care.

Credo che Twain abbia scritto un pezzo fondamentale su questa cosa, e precisamente del Diario di Eva:

E’ mia preghiera ed è mio desiderio di poter lasciare questa
vita insieme… Un desiderio che non svanirà mai dal mondo, ma che troverà posto
nel cuore di ogni moglie innamorata, per tutta l’eternità; e sarà definito col
mio nome.
Ma se uno di noi dovrà andarsene prima dell’altro, la mia
preghiera è che possa essere io; perché lui è forte, io sono debole, non sono
tanto indispensabile per lui, mentre lui lo è per me… La vita senza di lui no
sarebbe vita. Come potrei sopportarla? Anche questa preghiera è immortale e non
cesserà di essere innalzata al Cielo fin quando la mia discendenza continuerà ad
esistere. Io sono la prima donna, e mi perpetuerà fino all’ultima donna della
terra.
SULLA TOMBA DI EVA:
Adamo: Ovunque lei fosse, lì era l’Eden
Annunci

4 pensieri su “La morte e l’amore

  1. Vocedelsilenzio ha detto:

    Attenta però, che all'interno de 'Il diario di Adamo ed Eva' c'è anche quello di Eva. Dovrebbe essere il primo pezzo. Quello che hai sul comodino è la raccolta di tutti i pezzi scritti da Twain legati ad Adamo ed Eva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...