Posso fare un po’ quel cavolo che mi pare?

E’ una domanda che mi sorge spontanea dopo aver letto il post sul blog La vera editoria.
Ok, sarà che se le case editrici pubblicano solo robaccia sui vampiri è per colpa dei lettori che leggono solo robaccia sui vampiri. Sarà che siamo quattro ignorantoni e non riusciamo ad apprezzare la BUONA LETTERATURA (mi ci metto in mezzo anch‘io perché, sì, diciamolo! Ho trovato carino Bianca come il latte, rossa come il sangue, leggo con piacere Paolini e pian piano mi voglio dedicare con attenzione alla Troisi). Sarà che (metteteci qualsiasi altra cosa, tanto tutto fa brodo).
Ma davvero i lettori dovrebbero essere educati? E’ così orribile se le ragazzine leggono Twilight?
Boh! Uno non è libero di leggere quel cavolo che gli pare? Sta ammazzando qualcuno?
Non perdiamoci in stupidate. In Italia si legge molto poco, è cosa risaputa. Se qualcuno, invece di non leggere nulla, ma proprio nulla, si dedica ad un libro sui vampiri non è già un passo avanti? Io stesso odiavo leggere, proprio non ci riuscivo. Poi ho letto Ramses, un libro che è proprio una commercialata, però mi è piaciuto e ora sono tra quelli che vengono considerati lettori forti. Ora leggo la Woolf, Proust, Austen, ma anche Paolini, D’Avenia, Smith. C’è qualcosa di male?
Io penso che i lettori vadano incoraggiati, non educati. Posso consigliare un libro al mio vicino, ma non posso obbligarlo a leggere. Poi, se uno si appassiona alla lettura, prima o poi ci arriverà da sé a cosa è ottimo e a cosa non lo è.
Il lettore legge solo di vampiri la trovo una scusa bella e buona. Poi, magari mi sbaglio, non appartengo di certo al mondo editoriale, quindi… però, se investi un po’ dei soldi guadagnati ‘facilmente’ coi vampiri in qualche libro DAVVERO BUONO che poi viene pubblicato anche con tiratura ridotta, non è già una cosa buona e giusta?
Mah, io ci capisco sempre meno!
Annunci

7 pensieri su “Posso fare un po’ quel cavolo che mi pare?

  1. Yuko86 ha detto:

    guarda, è una cosa che fa innervosire un sacco anche me!!! Io leggo molto di vampiri, e allora?? Ho amato la saga di Twilight a suo tempo e allora? Mia sorella ha cominciato con Geronimo Stilton, e allora?L'importante secondo me è leggere e poi le cose verranno da sè: leggo tanto storie di vampiri quanto gialli quanto i libri di Torey Hayden sui bambini maltrattati. L'importante è iniziare a leggere, c'è sempre tempo per formare i propri gusti!

  2. sommobuta ha detto:

    Il problema non sei tu che leggi Woolf, Proust, Austen, MA ANCHE Paolini, D'Avenia, Smith. Ci stanno le letture di evasione per staccare da letture più profonde e pesanti.
    Anzi benvenga la lettura di evasione e di divertimento.

    Il problema sono quelli che leggono SOLO Paolini, Troisi e Twilight. E cloni di cloni di cloni di Paolino, Troisi e Twilight.

    Dico “problema” perchè secondo me cattivi maestri generano pessimi allievi. E se un “allievo” si forma esclusivamente su Paolini, Troisi e Twilight…Figurati cosa ci esce fuori. 🙂

  3. Vocedelsilenzio ha detto:

    Ma, sai sommobuta, io la vedo così: se uno si appassiona alla lettura, allora porcederà per la sua strada e le perle le troverà da solo. Magari seguirà dei consigli, ma capirà da solo.
    Chi invece legge solo 'per moda', ossia 1 libro all'anno, o forse neanche, vanno rpesi per quello che sono: gente che non legge. Non vedo dove sia il problema.
    A parer mio voler educare il possibile lettore è sbagliato, così come è sbagliato dire che è colpa dei lettori se si pubblica sempre la solita solfa. Non ci credo.

  4. Anonimo ha detto:

    E' consolante da lettore sapere di essere colpevole della relativa 'Stasi' xD
    confesso pure di aver comperato alcuni libri dopo aver letto le fascette… a questo punto meglio dire tutta la verità e sperare in uno sconto della pena per buona condotta xD
    Iri

  5. Vocedelsilenzio ha detto:

    Eh, Iri, come hai capito non sei il solo a contribuire alla 'stasi'.
    Io devo dire che le fascette non mi hanno mai incuriosito più di tanto, anzi, le butto via appena posso, però mi sento quasi 'in dovere' di leggere i casi editoriali per capire cosa sono…

    Beh, lo sconto della pena lo danno a tutti, perché a noi non dovrebbero darlo? XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...