métaphysique des tubes

Appena dopo il Wunderkind mi sono letto questo Metafisica dei tubi, o meglio, ho finito di leggere Métaphysique des tubes (perché l’ho letto in lingua originale).
Primo libro di Amélie Nothomb che leggo, di certo non l’ultimo, e che mi ha davvero conquistato.
Ma ecco la trama che riporta IBS:

Un romanzo in cui l’autrice ripercorre i suoi primissimi anni di vita. Una bambina nata in Giappone da una famiglia belga, il suo passaggio da “tubo” con tre sole occupazioni, immobile e onnipotente quanto Dio, a creatura collerica e urlante, infine a essere umano che scopre la propria capacità di articolare pensieri e frasi. Una autobiografia che parla del primo impatto con la vita e dell’attrazione della morte, della scoperta del linguaggio e della bellezza della menzogna.

Certo, questo è un sunto un po’ striminzito, ma a grandi linee ci siamo.
La lettura è piacevole perché fa riflettere, ma lo fa con grande ironia e grande perspicacia. E’ una lettura semplice, ma allo stesso tempo impegnata, che diverte dalla prima all’ultima pagina.
Personalmente, ho adorato l’incontro della piccola Amélie con la cioccolata, momento di vero piacere.

Il piacere è una meraviglia che mi insegna che io sono io. Io sono la sede del piacere. Io sono il piacere: goni volta che ci sarà il piacere, ci sarò io.

E ancora…

Il piacere approfittò dell’occasione per dare un nome al suo strumento: lo chiamò io, ed è un nome che ho mantenuto.

Per non parlare della parte in cui chiama le tre carpe Gesù, Giuseppe e Maria… troppo divertente.

In somma, una lettura che consiglio. Vi ruberà solo qualche ora e vi darà grandi soddisfazioni.

Annunci

6 pensieri su “métaphysique des tubes

  1. No, non ho letto più nulla anche se mi piacerebbe molto. A casa ho già 'Cosmetica del nemico', ma non è nel programma di lettura più prossimo… anche a me ispira quel titolo! Se lo leggi fammi sapere!

  2. ok, devo dire che è stato molto carino! A volte l'impressione era di perdere qualcosa nella traduzione, però… scritto in maniera scorrevole e molto fresca, anedotti molto simpatici!

  3. Sì? Bene! Non saprei, quando la leggerò in italiano me ne farò un'idea, però in francese, almeno la metafisica dei tubi, era molto frizzante la narrazione… Sì, ha aneddoti davvero simpaticissimi! ^__^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...